DonnaWeb - Il mondo delle donne a portata di click

Gennaio 17, 2019

Redazione DonnaWeb

Tonio Cartonio: "Dicevano che ero morto, sono vivo e vegeto" eccomi

Ricordate il simpatico "Tonio Cartonio" del popolare programma tv La melevisione?

Era girata una notizia tempo fa, diceva che era morto di overdose, ma lui è proprio il caso di dire, si è fatto vivo con il giornalista de "Il fatto quotidiano" e ha voluto dire la sua.

Lui, Danilo Bertazzi, il personaggio principale, e sicuramente il più amato, del magico Fantabosco di Rai3 racconta: “Sono passati vent’anni da quell’esperienza: il tempo crea una patina di nostalgia. Ricordo una bellissima avventura, una tv dei ragazzi fatta straordinariamente bene, anche se associo quegli anni a un periodo doloroso della mia vita. Quando sono uscito dal cast del programma ha preso piede la voce che io fossi morto per overdose di droga: ma quale morto, sono vivo e vegeto”, racconta a ilfattoquotidiano.it il 58enne. Proprio così: l’attore e conduttore torinese è stato una delle prime vittime di fake news all’italiana.

Visualizza questo post su Instagram

Finally a new look for my face and a comfort for my sight! ? ? ? ? ? ? ? ? ?? ? ? ? ? ? ? ? ?? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? . #goodmorning #buenosdias #buongiorno #bicycleman #thebeardedway #thebeardlife #beardstyles #beardman #beardstagram #me #eyewear #tomfordeyewear #style #manstyle

Un post condiviso da Danilo Bertazzi (@danilo_bertazzi) in data:

Pubblicità

“Quella fake news a me ha fatto molto male, devo essere sincero. C’era qualcosa di infamante dietro tutto quello: ho fatto denunce, ma non siamo mai riusciti a trovare i responsabili. Come mi dissero i commissari che accolsero la mia prima denuncia, pubblicare una notizia su internet è paragonabile al lancio di un sasso nell’acqua: i cerchi si allargano, ma non riesci più a risalire al sassolino che l’ha generato. Ancora oggi mi sfugge il motivo per cui c’è stato un accanimento di quel tipo verso un personaggio che, tutto sommato, era per i bambini. La cosa incredibile è che tutti ci hanno creduto e a poco è valso il mio essere tornato in video, anni fa, con la Trebisonda. Niente, c’era stata una sorta di rifiuto a credere che io fossi ancora vivo: dicevano che quello era un sosia, pensi un po’. Davvero assurdo. Ancora oggi mi capita di leggere commenti tipo ‘Ah ma quindi è vivo?’: caspita, bisognerebbe fare una educazione su come muoversi sul web e su come verificare l’affidabilità delle notizie”.

Alla domanda se gli scoccia essere ricordato per Tonio Cartonio, risponde che ormai ha fatto pace con i suoi fantasmi, ha un ricordo affettuoso di quel personaggio, solo che Tonio Cartonio era una figura talmente forte che non è stato facile per lui staccarsela di dosso.

Dopo La Melevisione per Danilo, c’è stata laTrebisonda, un programma di cucina per bambini su Alice Tv, un nuovo ruolo nella Melevisione.

Danilo racconta che a 58 anni si prende la vita con serenità, si gode degli affetti come quello del suo compagno Roberto, del lavoro fino a quando c'è.


Visualizza questo post su Instagram

Color me baby! ⚅⚃⚅⚃⚅⚃⚅⚃⚅⚃⚅⚃⚅⚃⚅⚃⚅⚃⚅⚃⚅⚃⚅⚃⚅⚃⚅⚃⚅⚃⚅⚃⚅⚃⚅⚃⚅⚃⚅⚃⚅⚃⚅⚃⚅⚃⚅⚃⚅⚃⚅⚃⚅⚃⚅⚃⚅⚃⚅⚃⚅⚃⚅⚃⚅⚃⚅⚃⚅⚃⚅⚃ #goodevening #buenastardes #thebeardedway #beardman #beardlife #autumnmood #colors

Un post condiviso da Danilo Bertazzi (@danilo_bertazzi) in data:

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram