Ti è mai capitato di svegliarti nel sonno ma totalmente “paralizzato”? – ecco perché accade e come rimediare



Senza dubbio, non c’è nulla di più strano di svegliarsi la notte e non essere in grado di spostare qualsiasi parte del corpo, anche quando ci si sente completamente a conoscenza di tutto ciò che accade intorno a te. Questa condizione è nota come paralisi del sonno ed è un fenomeno piuttosto spaventoso per chi lo vive.

L’individuo è completamente cosciente, ma il suo corpo è assolutamente paralizzato. Quando la persona si rende conto che non può controllare il suo corpo, sembra completamente terrorizzata da ciò.

Tuttavia, dovresti sapere che questo fenomeno è molto comune e non è collegato a nessun danno fisico al corpo. Normalmente, si verifica durante uno dei due stati, ipnagogico e ipnopompico.

Il primo si verifica prima di addormentarsi, mentre il secondo tipo di paralisi si verifica non appena la persona si sveglia dal sonno REM.

Non appena ci addormentiamo, il nostro corpo si rilassa e la mente è molto meno vigile. Tuttavia, nel caso di una paralisi ipnagógica, la nostra mente rimane vigile mentre il nostro corpo entra in uno stato di rilassamento involontario. la persona si rende conto che anche se ci prova, non può muoversi. In molte persone questa sensazione di disagio può addirittura causare un attacco di panico.

D’altra parte, durante il sonno REM, i muscoli sono paralizzati. Ma non appena l’individuo inizia a sperimentare la paralisi ipnopompica del sonno, alcune parti del suo cervello si risvegliano. Tuttavia, questo non significa che anche la parte del cervello che controlla il sonno REM si sveglia. Quindi si può essere svegli, ma non essere in grado di controllare volontariamente i muscoli.

Alcune persone non sperimentano mai questo fenomeno ( per fortuna), e altri lo hanno vissuto solo un paio di volte durante la loro vita. Tuttavia, ci sono alcune persone che incontrano questo problema molto spesso, anche più volte alla settimana.

Secondo uno studio, circa l’8% della popolazione soffre di paralisi frequente del sonno.

Le persone con un disturbo mentale, come la depressione e l’ansia, hanno maggiori probabilità di sperimentare questa situazione. Anche le persone che hanno un disturbo del sonno. come l’apnea. Anche alcune prescrizioni mediche possono renderlo più frequente.

L’elenco dei fattori di rischio include:

  • Mancanza di sonno
  • Problemi di sonno come crampi notturni o narcolessia
  • Condizioni mentali come disturbo bipolare e stress
  • Abuso di sostanze
  • Frequenti cambiamenti nei programmi di sonno
  • Alcuni farmaci
  • Dormire sulla schiena

sintomi

In caso di paralisi del sonno, le persone non possono parlare o muoversi per diversi secondi o minuti. Molto spesso accade poco dopo che si sono addormentati o immediatamente dopo il risveglio.

Nella maggior parte dei casi, questa condizione non ha bisogno di cure mediche. Ma a volte, il medico potrebbe voler esaminare altri aspetti della salute del sonno. Se la condizione peggiora, potrebbero indirizzare il paziente da uno specialista.

Di solito non esiste un trattamento prescritto, poiché questa paralisi si verifica naturalmente. Tuttavia, se lo specialista trova una condizione di base, può prescrivere un farmaco come:

  • Trattamento di qualsiasi disturbo del sonno sottostante
  • Prescrizione di sonniferi
  • Fai riferimento a un professionista della salute mentale
  • Completando un programma di sonno rigoroso
  • Prescrizione di antidepressivi
  • Fare riferimento a uno specialista del sonno

A volte, puoi prevenire efficacemente il rischio di paralisi del sonno riducendo i livelli di stress prima di andare a dormire e il mantenimento di un’adeguato sonno.

Tuttavia, se si verifica la paralisi del sonno, non è necessario rivolgersi immediatamente al medico. Molto probabilmente, un medico consiglierà di prestare maggiore attenzione alle abitudini del sonno, come dormire 8 ore al giorno. La mancanza di sonno tende a contribuire alla comparsa di questi episodi.

Se continuano a comparire, dovresti provare a ridurre o eliminare il consumo di caffeina, nicotina e alcol prima di andare a dormire. E non avere dispositivi elettronici vicino al letto. Se si verifica un episodio di paralisi del sonno, è probabile che accada più tardi. Quindi, se ti capita, dovresti solo ricordare che non c’è nulla da temere e che passerà rapidamente. Mantieni la calma, non succede nulla.

Condividi questa strana informazione con i tuoi conoscenti!