DonnaWeb - Il mondo delle donne a portata di click

Giugno 7, 2019

Redazione DonnaWeb

Tenta di suicidarsi a 10 anni - Dopo che i genitori di un bullo hanno insultato pesantemente lei e sua madre

Lilly-Jo Caldcott è stata descritta come un raggio di sole dai suoi parenti.

Come tutte le altre ragazze di dieci anni, le piaceva giocare con i suoi amici, esplorare la natura e passare il tempo con la sua famiglia.

Ma quando Lilly-Jo improvvisamente ha iniziato a ritirarsi dalle sue attività sociali e ha smesso di mangiare, sua madre sapeva che c'era qualcosa che non andava.

Pubblicità

Tuttavia, sua madre non immaginava mai l'incubo che si sarebbe presto sviluppato.

Dopo alcune settimane di scuola media a Worcester, in Inghilterra, Lilly-Jo ha smesso di voler andare a scuola. Ha ammesso subito che ha avuto problemi con un'altra ragazza a scuola, ha detto sua madre.

Il bullismo, sia fisico che psicologico, è peggiorato e Lilly-Jo è diventata una bambina sempre più chiusa.

Niente è cambiato

Portarla a scuola la mattina era una battaglia, perché Lilly-Jo era così ansiosa; lei non mangiava e si ammalò.

Sua madre disse a Worcester News che per 12 settimane andava a scuola tutti i giorni per cercare di risolvere il problema con lo staff, ma nulla cambiava.

In una lettera al preside della scuola, Jess ha descritto l'inferno che Lilly-Jo ha detto che stava vivendo.

"Si tirò i capelli, la spinse, colpì Lilly-Jo e chiuse anche una porta dell'armadio sulla testa di Lilly-Jo, calpestò il piede quando si spezzò - la lista è infinita. "

'Altre due settimane e lei sarebbe morta'

Poi, un lunedì pomeriggio, Lilly è stata portata nello studio del medico dopo aver ammesso di aver assunto un numero indeterminato di compresse.

Il dottore ha detto a Jess di portare sua figlia all'emergenza subito dopo aver mostrato segni di disorientamento. Trascorse la notte in ospedale e la mattina dopo, le sue condizioni erano stabili.

"Ora ho una ragazza in ospedale per il suo compleanno, e lei viene esaminata da psichiatri", dice Jess.

Dopo tutto quello che è successo, una ragazza una volta allegra e spumeggiante era stata ridotta a tentare di suicidarsi: "Il dottore ha detto che se le avessimo lasciate altre due settimane, sarebbe morta. Non voglio piangere una figlia morta", aggiunge Jess.

Jess ha rimosso sua figlia da scuola e oggi si sente in grado di parlare del suo calvario.

'Una situazione molto seria'

Il preside della scuola ha detto che dopo essere stato messo al corrente del bullismo, è stata intrapresa un'azione immediata.

"Questa scuola prende molto sul serio tutte le accuse di bullismo, siano esse razziste, omofobiche, di genere o legate alla disabilità", ha detto il preside.

"La nostra scuola ha una severa politica antibullismo. "

Quando una bambina di 10 anni cerca di uccidersi a causa del bullismo, dice molto sulla società e il sistema educativo, nonostante i tentativi di risolvere la situazione.

Fortunatamente, i medici sono stati in grado di salvare Lilly-Jo, ma in alcuni casi i genitori sono costretti a seppellire i loro figli troppo presto. I giovani che riferiscono di essere spesso intimiditi da altri sono a maggior rischio di comportamento che causa effetti negativi sulla loro salute fisica e mentale.

Nessuno dovrebbe dover seppellire il proprio figlio a causa del bullismo! Condivido la storia di Lilly per evidenziare questo importante argomento e per educare tutti alle conseguenze del bullismo.

Se riusciamo a far sì che più persone leggano questo testo e capiscano quanto sia terribile il bullismo, possiamo impedire a qualcuno di fare la stessa cosa di Lilly-Jo in futuro.

Se la storia di Lilly-Jo ha toccato anche te, aiutaci a educare le persone sulla lotta contro il bullismo condividendo la sua storia devastante nella speranza di salvare la vita di altri bambini.

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram