Sulla strada un senzatetto le gridò: “Ero il tuo migliore amico alle elementari”

La vita ci regala mille e una sorpresa ogni giorno piena di opportunità per fare del bene a qualcun altro. Qualcosa di simile è successo a Wanja Mwaura, 32 anni, a  Lower Kabaete, in Kenya.

Un giorno, mentre Wanja stava camminando per la strada verso il mercato, qualcuno gridò il suo nome. Quando girò la testa trovò un vagabondo; il suo aspetto scheletrico, gli occhi sporgenti, i vestiti sporchi e l’espressione chiaramente drogata che rendeva impossibile riconoscerlo. Wanja era stupita.

Poi l’uomo si presentò, era Patrick Wanjiru , 34 anni, e 27 anni fa, quando aveva 7 anni, era stato il suo migliore amico.

Com’era possibile che Hinga – come si chiamava allora – fosse finita in questo stato? Era stato uno studente eccezionale e un atleta eccellente. Poi Patrick ha raccontato la sua storia.

Sua nonna era stata la sua unica parente, e quando morì, Patrick dovette lasciare la scuola. Con nessun posto dove andare e senza una famiglia che si prendeva cura di lui, è caduto nella droga, all’inizio era marijuana, ma poi altre droghe più dure hanno attirato la sua attenzione e lui è diventato dipendente dall’eroina. Era nella spazzatura dove dovevo cercare cibo e alcune cose che potevo vendere per sopravvivere.

Wanaj non poteva lasciarlo; Le diede il suo numero di telefono e cominciò a chiamarla di tanto in tanto finché l’amicizia , che era scomparsa tanti anni prima per caso, tornò.

continua a pagina 2