Studio: “Le sigarette elettroniche sono più dannose di quanto possiate pensare”

Coloro che vogliono smettere di fumare una volta per tutte iniziano ad usare sigarette elettroniche (vaporizzatori) in modo esagerato. Un nuovo studio ha concluso che l’uso di questi tipi di dispositivi può portare direttamente a mutazioni genetiche. Una volta che si verificano tali mutazioni, la persona ha un rischio maggiore di sviluppare il cancro.

Lo studio è stato condotto da esperti dell’Università di New York. Le vesciche umane e del topo erano esposte al fumo emanato dalle sigarette elettroniche per giudicare il danno che si sarebbe verificato. La realtà è che non esiste un modo tecnicamente “buono” per smettere di fumare se non quello di prendere le sigarette e gettarle via per sempre. Quelli che fanno affidamento alle sigarette elettroniche come mezzo per soddisfare le loro voglie dovranno sicuramente pensarci due volte.

Poiché è diventato popolare, pensiamo sia un rimedio molto più sano rispetto al fumo delle sigarette tradizionali. I risultati degli studi non sono d’accordo. Secondo i loro risultati, le sigarette elettroniche rappresentano un rischio maggiore per i fumatori di quanto si credeva in precedenza. Il rischio di cancro ai polmoni e alla vescica è molto più alto dei fattori di rischio per i non fumatori.

Non è il primo studio che raggiunge tali conclusioni. Anche uno studio dell’Università del North Carolina ha trovato risultati simili. I fumatori di sigarette elettroniche che pensavano di poter ridurre il rischio di sviluppare il cancro farebbero bene a prestare molta attenzione a questi studi. Ciò è particolarmente vero per gli adolescenti, in quanto stanno diventando alcuni degli utenti abituali di sigarette elettroniche.

 Assicurati di condividere questa storia per aumentare la consapevolezza di questo importante problema ed eliminare questo mito diffuso. Prenditi un momento per passare queste informazioni importanti agli utenti di sigarette elettroniche che conosci. Tutto ciò che serve è un’azione rapida per fare una grande differenza nella vita di qualcuno.
Fonte: Goodfullness