DonnaWeb - Il mondo delle donne a portata di click

Dicembre 4, 2020

Redazione DonnaWeb

Stile Industrial: ecco i consigli per cambiare il look alla propria abitazione

Da diversi anni, lo stile industrial ha preso sempre più posto nei nostri interni e il suo successo non accenna a fermarsi. Se sei stato tentato di cedere a questo spirito crudo e senza fronzoli per la tua dimora, ti sarai reso conto che non è sempre facile sapere come procedere e da dove iniziare.

Lo stile industrial trova la sua origine nella rivoluzione industriale dell'inizio del XX secolo. Ferro, metallo, zinco o acciaio, erano materiali solidi, utilizzati per i mobili di fabbrica. Nel 1970 negli Stati Uniti e nel 1980 in Europa, architetti e decoratori si ispirarono a questi mobili destinati ai lavoratori, sedotti da questi materiali robusti dal carattere schietto.

Nelle fabbriche di produzione industriale, c'era bisogno di materiali e mobili robusti, che resistevano al tempo e ai ripetuti sussulti delle macchine. Inoltre, i mobili e gli oggetti sono soprattutto funzionali: lampade a scomparsa, sgabelli da studio... Se questi mobili sembravano non trovare posto in un interno, la tendenza industriale ha dimostrato per decenni il contrario. I banchi da lavoro diventano robusti tavoli da pranzo, con la loro struttura in acciaio e il piano in legno, gli sgabelli trovano posto intorno al tavolo o davanti alla scrivania, le sedie sono rivisitate con un tocco di colore acceso, un po' invecchiato per una maggiore autenticità. Il vantaggio dello stile industriale è che invita al disadattamento: nessun problema, quindi, ad abbinare due sedie o due luci che non hanno, a priori, niente da fare!

Pubblicità

Originale con uno spirito artigianale, privo di orpelli, semplice e raffinato, senza dubbio questo stile ha davvero fascino.

Decorazione industrial di successo: i capisaldi

Combina bene i materiali

Lo stile industrial è caratterizzato da ferro, cemento, legno, zinco… insomma materie prime che devono essere correttamente associate. Cemento e ferro, legno e metallo creano combinazioni perfette con i giusti attrezzi da lavoro. Scegli la materia prima che più ti piace, usala in modo eccessivo, aggiungi tocchi di un'altra materia prima e alcuni materiali caldi, come mattoni, feltro, pelliccia, pelle, ecc. Per quanto riguarda il pavimento, il cemento cerato è il must have, così come il parquet invecchiato o i tappeti scuri ed evitiamo la piastrellatura, che è troppo moderata o il parquet imbiancato, che è troppo chiaro.

Lascia i macchinari esposti

La caratteristica di una fabbrica è quella di lasciare i macchinari accessibili, e quindi in vista (e a portata di mano). Ci appropriamo quindi di questa caratteristica in casa e la deviamo per adottare lo stile industrial. Così, in una cucina, giochiamo la carta della trasparenza rivelando un grande tubo di zinco sopra le stufa o l’impianto di condizionamento. Lasciamo scorrere sulle pareti delle diverse stanze anche i pregiati tubi di rame che a volte troviamo negli interni. Lo stile industrial apprezza gli effetti grezzi come questi tubi a vista, i mobili lavorati dal tempo o le pareti rustiche.

Lampade di recupero a sospensione in metallo

Se dovesse esserci un solo elemento decorativo da dover assolutamente adottare lo stile industriale, sarebbe questo: la lampada a sospensione di fabbrica. In particolare trova il suo posto in cucina, ma può essere installata in altre stanze più sorprendenti, come ad esempio un bagno. Ci sono sospensioni di tutte le dimensioni e in diversi colori, puoi anche trovarle e rinnovarle tu stesso. Ci piacciono particolarmente anche le lampadine a filamento vintage, lasciate nude, il cui filo è avvolto attorno a un palo in una stanza. Va bene qualsiasi cosa, a patto che la sospensione esca da una fabbrica ... o le somigli!

Il suggerimento della decorazione in più: è possibile optare per sospensioni di diverse dimensioni o posizionarle ad altezze diverse, per creare un'atmosfera personalizzata.

Scegli i colori giusti

Se scegli colori scuri, non sbaglierai affatto. Il nero o il grigio scuro sono la base, ma anche l'ocra può avere il suo effetto scenico. Per una bella decorazione industrial, questi sono colori che dovresti assolutamente scegliere e usare senza esitazione.

Questi colori devono essere combinati con i toni del bianco; panna, lino, grigio chiaro. Dimentica le carte da parati motivi floreali o geometrici, così come i colori troppo marcati, che saranno una vera mancanza di gusto in questa decorazione raffinata. Se vuoi ancora aggiungere il verde, il giallo, il rosa o anche il rosso, ad esempio, usali nei tocchi, negli oggetti decorativi come lampade, cuscini, insegne, poster, ecc.

Scegli i mobili giusti

I mobili professionali sono i capisaldi in questa tipologia di stile di arredamento. Garage, smistamento postale o armadietti, pratici e funzionali con i loro numerosi vani portaoggetti. Anche i mobili su ruote sono in linea, così come le grandi librerie e il tavolo in legno grezzo, le poltrone o il divano in pelle tipo chesterfield, le sedie in ferro non corrispondenti e spaiate e le grandi vasche usate come lavello. I mercatini delle pulci sono pieni di piccoli tesori a prezzo abbordabile.

Attenzione alle tende, grande complemento che impreziosisce questo stile così peculiare

Quali materiali scegliere per uno stile industriale? Per attenersi pedissequamente ai dettami di questo stile, scommetti su tende realizzate con materiali naturali:

Dimentica le tende a motivi geometrici o dai colori vivaci. Lo stile industrial, come abbiamo già visto, si basa su colori neutri. Preferisci i toni del bianco, crema, nero, grigio chiaro o antracite, anche marrone per le tue tende. Certo, devi ricordarti di abbinare le tende ai colori della stanza. Inoltre, tieni presente che le tonalità chiare rendono lo spazio più grande, a differenza dei toni scuri.

Pensa ora anche alle finiture delle tue tende. Per essere perfettamente in stile dovresti optare principalmente per:

Bastoni per tende laterali, preferisci quelli in legno o metallo. Abbina il loro colore a quello della tua stanza. Nero opaco, rame, legno grezzo. Oggi sul mercato esiste un'ampia scelta.

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram