DonnaWeb - Il mondo delle donne a portata di click

Giugno 19, 2020

Redazione DonnaWeb

Spalma la crema solare a sua figlia, poco dopo trova il viso in queste condizioni, adesso vuole avvertire tutti del pericolo

Quando inizia giugno si spera sempre in una bella e calda estate, vacanze, ferie, viaggi.

E come puoi goderti questa meravigliosa stagione se non cercando di passare più tempo possibile fuori?

Quando si è fuori all’aperto, sotto il sole, è importante proteggere la pelle dai raggi pericolosi. Soprattutto per i bambini piccoli si deve prestare particolare attenzione. Anche alla prima scottatura solare, le possibilità di contrarre il cancro della pelle più avanti nella vita sono aumentate.

Pubblicità

Ecco perché Rebecca Cannon aveva la crema solare per la figlia di un anno.

Usò la crema solare da un flacone spray e si strofinò sua figlia. Ma poco dopo, Rebecca rimase più che scioccata quando guardò in faccia la sua bambina.

Rebecca Cannon e la figlia di un anno si sono preparate a godersi il sole fuori e, come tutti i suoi genitori, si è assicurata che sua figlia Kyla fosse ben protetta dalla crema solare.

Aveva comprato la crema solare in un flacone spray, che era particolarmente adatto ai bambini dai 6 mesi in su. Seguì le raccomandazioni per l’uso e spruzzò il viso di Kyla e applicò bene sul viso la crema solare.

Esperienza terrificante

La madre era andata a fare visita a sua sorella a Terranova, in Canada. Sua figlia non solo era ben protetta, ma aveva anche abiti resistenti al sole.

Ma quello che è successo è diventato un vero orrore per Rebecca e un’esperienza dolorosa per la piccola Kyla.

Fonte: Facebook / Rebecca Cannon

La faccia di Kylas cominciò a gonfiarsi e divenne molto rossa. Rebecca non capiva perché, perché aveva protetto al meglio sua figlia dal sole.

Il giorno seguente le condizioni di sua figlia peggiorarono e Rebecca si precipitò immediatamente al pronto soccorso.

“Era rossa. Aveva delle vesciche “, ha detto Rebecca a The Today Show . “Era l’unica con la protezione solare in faccia e l’unica che è stata bruciata.”

Combustione di secondo grado

I medici affermarono che Kyla aveva subito ustioni di secondo grado, che non solo scioccarono Rebecca, ma che fu un mistero per tutti i soggetti coinvolti.

Rebecca aveva usato la crema solare e la piccola non poteva essersi ustionata, quindi non riusciva a capire come potevano formarsi le vesciche sul viso di sua figlia.

Poco dopo, si è scoperto che le ustioni furono causate dallo spray solare. Da quell’incidente, altri genitori si sono lamentati del fatto che anche i loro figli avevano fatto la stessa cosa quando avevano usato la protezione spray.

Fonte: Facebook / Rebecca Cannon

Sebbene questa particolare crema solare sia adatta ai bambini dai 6 mesi in su, è più probabile che i medici raccomandino ai bambini di usare creme solari contenenti minerali fino a quando non hanno 4 o 5 anni.

“Non avrei pensato che sarebbe successo tra un milione di anni”, ha detto Rebecca Today. “Ma voglio davvero che le persone creino i loro bambini con grande cura.”

Si prega di condividere questo articolo per avvertire gli altri genitori di quanto possa essere pericoloso lo spray solare. Speriamo che non accada di nuovo!

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram