Sonno arretrato? Il fine settimana non basta, lo dice una ricerca

coppia_h_partbSpesso durante la settimana siamo così impegnati che non riusciamo mai ad andare a dormire ad un orario ragionevole, così capita di passare i fine settimana a dormire, si tratta di un’esperienza molto comune ma poco sana.

Le ore di sonno che cerchiamo di concederci il sabato e le domenica non basterebbero a compensare la fatica che accumuliamo nei giorni di lavoro e il deficit di riposo si accumula giorno dopo giorno.

A spiegare questa tesi è uno studio condotto dalla Penn State University e pubblicato sulla rivista American Journal of Physiology- Endocrinology and Metabolismo: la dormita domenicale serve solo ad allentare la tensione, ma non avrà alcun effetto positivo sugli altri aspetti della vita quotidiana come la mancanza di concentrazione, la minore produttività e la maggiore fatica a prestare attenzione.


La ricerca è stata eseguita su 30 persone sane: i partecipanti hanno seguito il ritmo di sonno-veglia che molte persone sono costrette a vivere ogni giorno, con non più di sei ore di riposo per notte per 5 giorni di seguito e poi una bella dormita da dieci ore nei due giorni del fine settimana.

Il risultato? Gli esperti hanno notato che il riposo festivo è servito a recuperare solo in parte le energie ma che non ha aiutato a compensare gli altri effetti del sonno perso in settimana.

Questi risultati evidenziano come sia difficile compensare il debito cronico di sonno che a lungo andare può causare sbalzi di umore, difficoltà di concentrazione, obesità e pressione alta.