Sign in / Join

Sindrome del nido vuoto, tutti i genitori prima o poi la vivono

Vi è mai capitato di sentirvi da soli? Se siete genitori avrete o state per vivere la realtà dei figli che crescono e vanno via, questo tipo di solitudine viene denominata sindrome del nido vuoto.

Emozioni e sentimenti vengono influenzati da ciò che ci accade intorno, non solo per quanto riguarda famiglia e lavoro ma anche per le persone che consideriamo importanti nella nostra vita.

I genitori sanno che prima o poi i figli andranno via, quando arriva il momento bisogna affrontare la solitudine della casa, che diventa uno scrigno di ricordi.

La sindrome del nido vuoto può essere definita con la parola “perdita”, perdita dei figli che vanno via per andare a vivere da soli o studiare e farsi una vita propria e una famiglia.

A volte sono le madri a sperimentare maggiormente questa sensazione di vuoto in casa, perchè loro sono quelle che li hanno portati dentro di sé e si sentono più legate, perchè sono una parte importante di loro.

Tutto è cambiato, compresi gli equilibri e i genitori sono tristi, molte volte iniziano ad avere comportamenti che infastidiscono i propri figli, come chiamarli ogni giorno.

Questa situazione è ancora più difficile per i genitori soli, in coppia è più facile da superare il vuoto mentre singolarmente, la sensazione di solitudine aumenta, tuttavia, è una situazione che si deve rispettare e saper affrontare.

La situazione economica e lavorativa attuale fa si che quando i giovani trovano lavoro è in un’altra Nazione, questo intristisce ancora di più i genitori, che non sono pronti ad affrontare cambiamenti del genere, quando poi si fanno una famiglia loro, la sensazione di malessere aumenta.

Come superare la sindrome del nido vuoto

Accettare la situazione: bisogna accettare che ad un certo punto i figli devono andare via, è una situazione che non si può risolvere.

Dedicarsi al partner: se avete un partner, dedicategli tempo, forse col tempo lo avete trascurato per dare più attenzione ai figli, è il momento di vivere insieme nuovamente la vita coniugale.

Non stare sempre in casa: che abbiate un partner o siete soli, è il momento di recuperare le abitudini sociali, uscire con amici, passeggiare o dedicarsi a qualche attività per dimenticare la solitudine in casa.

Prima o poi tutti i genitori dovranno vivere questa situazione, non bisogna dimenticare che è una tappa della vita, accettare la situazione e andare avanti nel migliore dei modi è l’unica cosa da fare.

Fonte:  http://viverepiusani.it/sindrome-nido-vuoto-regna-solitudine/

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Accedendo acconsenti all'utilizzo dei cookies in accordo con la politica e regolamentazione vigente in materia di cookies e privacy. Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi