DonnaWeb - Il mondo delle donne a portata di click

Maggio 6, 2020

Redazione DonnaWeb

Sente uno strano rumore dal bidone della spazzatura, lo apre trova all'interno due bambini piccoli abbandonati al loro destino

Il pastore di una chiesa di nome Mark Purcell ha avuto la vista scioccante di due bambini orfani una fredda notte di novembre. Stava tornando a casa dal lavoro e ha sentito uno strano suono da un bidone della spazzatura vicino alla chiesa di beneficenza per cui lavora.

Mark non poteva andarsene senza capire di cosa si trattasse. Aprì il coperchio del cestino e vide l'impensabile.

Due bambini abbandonati che giacevano nel cestino

Pubblicità

Si è scoperto che i piccoli erano fratelli. Uno aveva sette mesi e l'altro aveva due anni. I bambini appartenevano a una coppia di senzatetto che frequentava giornalmente la chiesa di beneficenza.

La famiglia originaria dei piccoli viveva in una tenda nel bosco e i genitori non avevano l'opportunità di crescere i loro figli.

FoxNews

I genitori fanno la richiesta

I bambini inizialmente sono stati presi in custodia dalle autorità sociali. I genitori dei ragazzi hanno contattato Mark per chiedere aiuto. Marito e moglie senzatetto speravano che i bambini potessero crescere in una famiglia amorevole.

I genitori hanno chiesto se il pastore insieme a suo moglie potesse prendersi cura dei bambini fino a quando non avrebbero trovato una famiglia adottiva. La coppia ha promesso di aiutarli e si sono trasferiti con loro.

Quando ci venne fatta la richiesta di tenerli ci siamo guardati l'un l'altro e non c'era altra opzione. Naturalmente, abbiamo risposto con entusiasmo", afferma Krystal, la moglie di Mark Purcell

FoxNews

Il momento dell'adozione

Inizialmente la coppia doveva prendersi cura dei bambini solo per un breve periodo, avevano infatti aperto una campagna gofundme per avere i soldi necessari per poterli crescere oppure per poterli adottare. Ma poi con il passare dei mesi si affezionarono ai piccoli ed hanno preso una decisione sorprendente, diventando i loro genitori adottivi. La famiglia adesso è al completo.

FONTE

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram