Scopri perchè la curcuma è meglio dell’ibuprofene: resterai sorpreso

I medici prescrivono l‘ibuprofene spesso perché è molto efficace quando le persone sentono un forte dolore, ma questo farmaco alla fine influenza la nostra salute, per cui non è consigliabile prenderlo per lunghi periodi.

Per sostituire questo medicinale esiste un rimedio naturale molto efficace: non è altro che la curcuma, ha proprietà antinfiammatorie con gli stessi effetti senza mettere a rischio la salute. Conosci le sue proprietà!

Le proprietà anti-infiammatorie della curcuma

La curcuma è un alimento eccellente e una medicina completamente naturale. Recentemente, la rivista di Medicina Alternativa e Complementare ha pubblicato un trial clinico rivoluzionario. Nello stesso, si è constatato che questa spezia è un’alternativa migliore e più efficace all’ibuprofene, nel trattamento dell’osteoartrosi del ginocchio. L’ibuprofene è il farmaco antinfiammatorio non steroideo più comunemente usato nel mondo.

A sua volta, la curcuma è più sicura, ha meno controindicazioni e non causa effetti collaterali. Le proprietà antinfiammatorie della curcuma sono dovute alla curcumina, il principale composto attivo. È un polifenolo con oltre 600 benefici per la nostra salute.

Perché non dovresti consumare ibuprofene in eccesso:

Con più di mezzo secolo nel mercato, l’ibuprofene è diventato molto diffuso al punto da diventare praticamente essenziale nel nostro quotidiano, sia per combattere il mal di testa, le tensioni muscolari, l’artrite o il dolore mestruale. Un consumo abusivo che, secondo queste ultime indagini, sarebbe dietro il peggioramento dei suoi effetti collaterali. Ed è che uno su mille persone che consumano alte dosi di questo farmaco soffre di un infarto fatale, secondo i risultati di questo studio. Nelle persone anziane, le ulcere sono anche un effetto collaterale comune.

Un altro studio pubblicato dal National Center for Biotechnology Information ha indicato l’ibuprofene come uno dei farmaci a rischio che potrebbe causare gravi problemi intestinali. In questo senso, il direttore del Celiac Research Center del General Hospital del Massachusetts, Alessio Fasano, ha indicato in uno dei suoi articoli che la “dose prolungata ed eccessiva” dei farmaci FANS è alla base della celiachia.

Come puoi vedere, l’uso di ibuprofene non è raccomandato a causa dei suoi effetti collaterali.