SANGUE PULITO DAL COLESTEROLO? ARRIVA UN METODO INNOVATIVO

Arrivano novità dal campo della ricerca, nello specifico dall’Università del Michigan, dove una ricerca ha evidenziato che la presenza del colesterolo nel sangue è gestita dal gene SEC24A, che se inattivo impedisce al fegato di attivare la proteina PCSK9, che regola i livelli di colesterolo nel sangue.

Questa ricerca è stata già provata su alcuni soggetti volontari e a quanto pare i risultati hanno confermato quanto scoperto in laboratorio, però, essendo alle fasi iniziali, in piena sperimentazione, ci vorrà del tempo e numerosi test prima che si possa produrre un farmaco in grado di inibire il gene SEC24A.

colesterolo-new

Attualmente, quindi, è bene combattere il colesterolo con ciò che abbiamo, i farmaci più utilizzati sono le statine e sono indispensabili in particolar modo per i soggetti che soffrono di ipercolesterolemia familiare, dovuto ad un disordine genetico, per cui solo la dieta non basta.

Negli anni sono avvenuti decessi dovuti ad un sovradosaggio di statine, problema risolto da diverso tempo, ma i medici continuano comunque a dare questi farmaci soprattutto ai soggetti citati prima, in quanto è l’unica soluzione valida.


Per gli altri, la prevenzione e la giusta alimentazione possono essere sufficienti, ma ovviamente dipende dai casi, quindi resta comunque sempre al medico accertarsi della terapia migliore per ogni soggetto.

Anche l’attività fisica è importante, soprattutto l’aerobica: camminata veloce, jogging, corsa, cyclette, nuoto, tutte discipline che vanno fatte con costanza, altrimenti non darebbero nessuno effetto. Tra gli effetti positivi ci sono la normalizzazione dei livelli di colesterolo, ma anche il cuore ne giova, così come le funzioni intestinali ed è un beneficio anche per la prevenzione del diabete di tipo B e tanto altro ancora.

Bastano 30-40 minuti al giorno per 5-6 giorni a settimana e i risultati si vedranno, ottimo anche per la perdita di quei kg di troppo che in qualche modo vanno sempre eliminati per evitare il rischio di passare da una condizione di sovrappeso ad una di obesità.

Dall’alimentazione bisogna eliminare snack che si consumano durante il giorno,ridurre il consumo di alimenti che sono ricchi di colesterolo come le uova, il tuorlo in particolar modo, visto che l’albume è una fonte di proteine senza grassi, formaggi grassi, fritture, carne rossa che andrebbe consumata non più di 4-5 volte al mese. Di norma, si consiglia di eliminare o ridurre notevolmente tutti cibi grassi.

FONTE