Ragazzino di 11 anni aggredito da un cane: sembrava stesse per morire

I parenti di Cooper Jhonstone, che è un ragazzino di 11 anni, il quale è stato aggredito da un cane, si sono spaventati tantissimo, quando hanno trovato il minore, mentre urlava con il sangue dappertutto, dopo essere stato sbranato da un cane.

L’undicenne che è stato attaccato da un bestia ha scosso tutta la sua famiglia, la quale in una intervista, ha manifestato la sua disperazione: “Pensavo che stesse per morire”.  

Sbranato all’inizio delle vacanze estive, Cooper Jhonstone stava chiamando un amico… forse per uscire. La razza del cane feroce è la Staffordshire Bull Terrier

La carne delle braccia del ragazzino, è stata strappata, dall’osso questa è la testimonianza di in una macabra foto fatta dai parenti di Cooper Jhonstone nell’Alder Hey Children’s Hospital. 

Il papà di Cooper spiega al giornale del Liverpool Echo che, il ragazzino: “Stava programmando cosa fare quella sera con il suo amico mentre stava riempiendo la piscina per bambini. 

Lui andò a casa di questo suo amico per uscire. 

“Questo successo all’incirca verso le ore 13:00, dopo ciò, la sera verso le 22, 00 ho ricevuto la chiamata di mia figlia la quale mi ha detto che, Cooper era stato morso da un cane. 

Il padre 46enne che, vive in Ormskirk dice: “Ho corso dritto per dritto per raggiungere la casa di mia figlia. Uno dei vicini ha fasciato con un asciugamano il braccio di mio figlio. Lui era seduto mentre gridava in un lago di sangue. Stava solo urlando.”

Ellis il quale, dirige una società che, noleggia tende da festa, ha detto che suo figlio era stato aggredito da un cane ed che, sarebbe andato via; “Spaventato e avendo i flashback” dall’attacco aggiunge: “Pensavo che stesse per morire mio figlio”.

Cooper è stato dimesso dall’ospedale domenica, ma deve ritornare martedì per capire quale sarà il prossimo passo per il suo braccio ferito. L’attacco gli ha lasciato una ferita ad forma di foro sul suo petto, come anche le diverse ferite sulle mani ed ovviamente sul braccio

Ellis ha affermato: “Voglio aumentare la consapevolezza di ciò che può accadere, sia se si tratti di un animale domestico di famiglia, oppure di un bambino con un cane. Si tratta di aumentare la consapevolezza, di ciò che i cani possono fare. Mio figlio poteva morire.”

L’incidente è stato segnalato alla polizia del Lancashire e gli agenti stanno svolgendo gli accertamenti.