Ragazzino 12 enne muore per un attacco d’asma – La scuola gli aveva sequestrato l’inalatore

Secondo la Breathing Association, l’asma è la malattia respiratoria a lungo termine molto comune nel mondo. L’incidenza delle malattie allergiche è aumentata nell’ultimo decennio. La necessità di un inalatore può avvenire improvvisamente, motivo per cui una persona che soffre di asma deve avere tutto il necessario a portata di mano.

Ryan Gibbons, 12 anni, è deceduto nell’ottobre 2018. A Ryan è stato diagnosticato l’asma, motivo per cui ha sempre portato il suo inalatore a scuola. Tuttavia, la scuola voleva che tenesse l’inalatore chiuso in un armadietto, e che venisse utilizzato solo quando era davvero necessario.

Foto: Facebook

Attacco d’asma a scuola

Ryan stava giocando a calcio con i suoi amici nel cortile della scuola quando improvvisamente ebbe problemi di respirazione. Il ragazzino ha avuto un attacco d’asma e l’inalatore era molto distante da lui.

Gli amici hanno capito la gravità della situazione e si sono immediatamente recati dal preside. L’inalatore di Ryan era in un armadietto chiuso nella stanza della presidenza. Il ragazzino morì mentre il personale della scuola cercava di aprire l’armadietto.

Pratica scolastica

La pratica peculiare della scuola ha provocato la morte del povero Ryan. La madre della vittima ha ricevuto una chiamata a metà giornata che ha cambiato la sua intera vita. La mamma non riusciva a credere che fosse successo. Sandra Ontario non ha potuto accettare la morte di suo figlio.

La madre ha tragicamente perso suo figlio. Sandra ha fatto ogni sforzo per cambiare l’approccio della scuola alle medicine. La madre di Ryan ha avuto successo nell’influenzare questo e al giorno d’oggi i bambini sono autorizzati a portare con sé farmaci da prescrizione durante il giorno di scuola.

Guarda il video:

Fonti: Respiratory Association , Facebook

Riposa in pace, Ryan Gibbons!

È davvero triste che la politica della scuola abbia atrocemente influito sulla vita di un ragazzino!