DonnaWeb - Il mondo delle donne a portata di click

Luglio 11, 2019

Redazione DonnaWeb

Questo artista di graffiti confonde i passanti con i suoi disegni astratti dall'aspetto tridimensionale

SI tratta di un artista italiano con il soprannome di Peeta, trasforma gli edifici statici in illusioni ottiche visivamente impressionanti, dipingendoli su forme astratte. L'artista dipinge murales che sembrano dissolversi, forme in continua evoluzione in quanto le illusioni dipendono dall'angolo di visione. "Quando dipingo sui muri, il mio obiettivo è sempre quello di creare un dialogo con i parametri strutturali e culturali del contesto circostante, sia architettonico che non", dice Peeta nel suo sito ufficiale.

Maggiori informazioni: Instagram | Pagina ufficiale

"Le mie forme geometriche agiscono mentre interagiscono con l'ambiente circostante"

Pubblicità

Crediti immagine: Peeta

La foto sopra è di un edificio all'angolo di una strada a Manheim, in Germania. Peeta lo dipinse per il progetto di pittura murale Stadt. Wand. Kunst del 2019 e usando diverse tonalità di blu, grigio e bianco, riuscì a creare l'illusione di una struttura che cambia forma. "Ho amato questo edificio sin dall'inizio e ho fatto del mio meglio per combinare competenze multidisciplinari per trasformarlo mantenendo il suo gusto originale", ha dichiarato l'artista sul suo Instagram. Alla domanda su da dove provenga l'ispirazione per le sue opere, Peeta ha detto : "Mi sono ispirato a diverse discipline come il design e l'architettura, fino a diversi artisti sia appartenenti al mondo dei graffiti che non, ma soprattutto, ciò che mi ispira quando dipingere è l'osservazione del contesto circostante ".

Crediti immagine: Peeta

Crediti immagine: Peeta

Crediti immagine: Peeta

Crediti immagine: Peeta

Crediti immagine: Peeta

"Il mio obiettivo è sempre quello di creare un dialogo con i parametri strutturali e culturali del contesto circostante"

Crediti immagine: Peeta

"Dipingevo sui muri con spray e su tela con [un] aerografo per molto tempo, ma sono passati anni da quando ho sostituito permanentemente gli spray con acrilici, pennelli e rotoli fino a quando uso l'olio per dipingere su Per quanto riguarda il tempo, che riprende a dipingere un murale, Peeta dice che "Dipende sicuramente dalle sue dimensioni." "In un giorno riesco a dipingere un muro, ma ho bisogno di 20 giorni per dipingere una facciata. Recentemente, sono stato principalmente coinvolto in progetti murali su larga scala (100-300 mq), quindi il tempo medio necessario per realizzarli è di 10-15 giorni ", ha aggiunto l'artista italiano.

Crediti immagine: Peeta

Crediti immagine: Peeta

Crediti immagine: Peeta

"Voglio neutralizzare i preconcetti e sollecitare l'emergere di nuove prospettive"

Crediti immagine: Peeta

Peeta disse che dipinse il suo primo murale nel 1993. Era "un piccolo muro che recava proprietà privata vicino alla casa in cui sono cresciuto." Tuttavia, Peeta sta anche lavorando con altri mezzi d'arte come forma di espressione: "Creo anche sculture che sono una parte importante della mia produzione e del mio studio su forme e volumi 3D."

Crediti immagine: Peeta

Crediti immagine: Peeta

"Attraverso le mie opere anamorfiche, ridisegno i volumi di ogni tipo di superficie coinvolta"

"Correndo costantemente in parallelo con la mia attività murale e pittorica, il ruolo della scultura diventa essenziale per la mia produzione complessiva in quanto rappresenta per me il contatto diretto con la tridimensionalità al fine di comprendere le regole della luce e delle ombre e riprodurle, "L'artista rivela.

Crediti immagine: Peeta

Crediti immagine: Peeta

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram