Questa donna pensava di essere incinta, ma ciò che esce fuori in bagno sciocca tutti

Sebbene essere un genitore non sia un ruolo facile, Lauren Knowles, 27 anni, era molto eccitata e felice quando rimase incinta una seconda volta.

Aveva già avuto un primo figlio, ma lei e suo marito volevano allargare la famiglia.

Dopo sette settimane e un risultato positivo nel test di gravidanza, una terribile verità è venuta alla luce.

La donna, di origini scozzesi, cominciò a sentirsi molto male, persino, presentando un forte sanguinamento che non riusciva a fermare. Decise rapidamente di andare all’ospedale dove  diversi esami e un’ecografia rivelò ai medici una triste notizia che le avrebbe cambiato la vita.

I medici le hanno riferito che non era incinta, in realtà quello che c’era dentro di lei e che si era persino trasferita nell’utero era una ” gravidanza molare”, cioè, era il risultato di un errore genetico durante il processo di fecondazione che porta alla crescita di tessuti anomali all’interno dell’utero e quindi, nella “concezione” si crea una massa crescente di cisti che, sfortunatamente nel caso di Lauren, erano maligne.

“Non riuscivo a concepire l’idea che invece di un bambino dentro di me cresceva un tumore, un terribile cancro con lo stesso tipo di ormoni, era per questo motivo che il test di gravidanza era risultato positivo”, ha detto Lauren.

I medici hanno deciso di agire rapidamente rimuovendo prima i tessuti cancerosi e Lauren ha dovuto sottoporsi a chemioterapia, che le ha fatto perdere tutti i suoi capelli . Ma il peggio doveva ancora venire perché gli esperti hanno capito che il tumore continuava a crescere in modo allarmante.

continua a pagina 2