DonnaWeb - Il mondo delle donne a portata di click

Giugno 18, 2019

Redazione DonnaWeb

Pubblica una foto su Facebook con il suo cane: due ore dopo, la polizia bussa ​​alla sua porta

Erroneamente e ignorantemente, la società ha demonizzato la razza dei cani pit bull , sostenendo che è la più pericolosa e che nessuno dovrebbe tenere cani del genere in casa perché rappresentano un pericolo reale o dovrebbero essere sempre portati con museruole e guinzagli. La verità è che il comportamento di un cane dipende molto, se non interamente, dall'educazione che il suo proprietario gli dà. Qualsiasi razza che vive in un ambiente in cui viene maltrattata, abbandonata o non prestata alle cure richieste da qualsiasi animale, è chiaro che questo non saprà come vivere con gli umani perché sentirà la paura di loro e sarà sempre sulla difensiva anche quando non intendi ferirlo.

Indipendentemente dalla reputazione che questi cuccioli hanno, molti di noi sono testimoni che sono esseri pieni di amore e gentilezza, oltre ad essere molto giocherelloni ed eccellenti protettori. Tillery è un uomo che è d'accordo con questo, è per questo che, come ha avuto l'opportunità di adottare un cucciolo pitbull non sprecare esso e anche pubblicato la sua felicità con il suo nuovo amico su Facebook senza immaginare che questo avrebbe portato molti problemi in seguito .

Tillery ha chiamato il pitbull come Diggy e ha immediatamente condiviso una foto di entrambi su Facebook. E di certo, tutto Internet si diffonde a macchia d'olio, più si ha la fotografia nella polizia di toccare la porta come un amico di Tillery aveva denunciato per avere un Pitbull come questa razza è vietato in Michigan, quindi senza ulteriori la gioia del soggetto cadde perché lui doveva dire addio a Diggy ma sapeva che non poteva sedersi a gambe incrociate.

Pubblicità

Tillery si è consigliato di trovare una legge che avrebbe portato a casa il suo amico cane, ha anche deciso di scavare nel suo albero genealogico per concludere che Diggy non era davvero un pitbull ma un bulldog americano. Con ciò poteva andare alla stazione di polizia e chiedere che gli fosse riconsegnato, purché potesse dimostrare quello che aveva scoperto. Una volta arrivati alla stazione di polizia, Tillery ha scoperto che non era possibile per la polizia a identificare con precisione un cane di razza senza uno specialista, cosa che non è accaduta quando hanno preso il suo amico, quindi era stato riconosciuto illegalmente e la legge doveva approvare lo sbaglio.

Tillery non ha mai mollato, anche se il processo per recuperare il suo amico è stato lungo e molto faticoso,  alla fine Diggy tornò a casa e non poteva essere più felice. Fortunatamente, questa storia ha avuto un lieto fine nonostante tutto. Tuttavia, i proprietari di altre razze non hanno avuto lo stesso destino e hanno dovuto congedarsi con tutto il dolore dal proprio amico a quattro zampe.

Diggy è diventato piuttosto una celebrità su Internet perché il suo caso è molto noto. Anche se oggi ha molti altri cani, siamo sicuri che il suo preferito sarà sempre Tillery. Se il ragazzo non si fosse aggrappato al suo amico cane sicuramente Diggy avrebbe patito la stessa triste realtà che tocca purtroppo a molti altri cuccioli.

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram