Proteggere e curare le piante con rimedi naturali senza ricorrere a insetticidi e parassitari

Come proteggere le piante del nostro orticello o sul balcone senza ricorrere a insetticidi e parassitari dannosi per l’ambiente? Ecco alcuni consigli. Leggete.

orticello

Per proteggere l’orto non c’ è forzatamente bisogno di usare insetticidi e parassitari, in natura ci sono molti rimedi che possono limitare l’impatto negativo sull’ambiente.

Ovviamente, a differenza dei prodotti chimici, bisogna avere pazienza e aspettare che il rimedio naturale faccia il suo corso con i suoi tempi; premettiamo che risulta impensabile l’idea di tenere lontano gli insetti dal terreno e dal balcone dato che è la loro casa, quindi cosa fare? In alcuni casi gli insetti possono essere un valido aiuto.

Le coccinelle sono dei guerrieri contro gli afidi, conosciuti come “pidocchi delle piante”, si tratta di insetti piccoli e verdi che distruggono le piante ornamentali, come eliminarli? Bastano degli spicchi d’aglio messi nel terreno oppure basta cercare su internet alcuni siti che mettono in vendita degli insetti che servono a questo scopo come larve e piccoli esemplari che combattono gli acari e il ragnetto rosso.

Anche le formiche possono essere dannose per le piante dell’orto o del balcone, un rimedio valido è quello di mettere del peperoncino tritato nel terreno che grazie alle sue proprietà repellenti le allontana, inoltre, si può proteggere l’area interessata con della cenere che alle formiche non piace.

Ma oltre agli insetti ci sono delle regole base che ogni agricoltore dovrebbe tener a mente:


– Tenere pulito il terreno

– Fallo arieggiare durante l’inverno

– Non esagerare con le monoculture.

Molto utili sono anche le erbe aromatiche: timo, rosmarino, salvia, menta se piantate tra i cavoli allontanato la cavolaia, una farfalla che si nutre proprio delle foglie di questo ortaggio.

Ma se il vostro problema sono le lumache allora dovete affidarvi ad un rimedio antichissimo: mettere dei piattini con un po’ di birra, sembra che questi animaletti amino il gusto del malto, a quel punto basterà raccoglierle e portarle altrove.

Per togliere la muffa grigia usate acqua e bicarbonato, se invece le vostre nemiche sono le talpe la cosa si farà più difficile, ci vorrà tanta pazienza.