Pregò affinchè le permettessero di abbracciare suo figlio e fare una foto insieme. Ora vuole condividere il suo dolore con il mondo

Avere un bambino è un processo molto lungo che inizia molto prima della gravidanza. Una coppia può decidere di voler intraprendere la grande avventura di diventare genitori molto prima della gravidanza. A volte ci sono problemi di infertilità, a volte ci sono problemi nella vita. A volte è una ragione più semplice e più tenera, come nel caso di Brooke ed Elliott Campbell, in quanto c’è un figlio che è ancora troppo giovane per essere un fratello maggiore.

Alla fine i bambini crebbero e Brooke e suo marito decisero che era finalmente giunto il momento.

Due anni sembravano una differenza ragionevole e Noah, il suo figlioletto, capisce a malapena cosa sia un bambino, ma era molto contento dell’idea di avere un fratellino con cui giocare.

Brooke Campbell

Con quali parole spieghi a un bambino di due anni che suo fratello è morto prima che nascesse?

Tutto è iniziato con una tragica emorragia il 28 agosto , causata da un prematuro distacco di placenta. Brooke ha perso 1,7 litri di sangue (il corpo umano ha tra 4,5 e 5,5 in totale).

“Quando ho visto l’ecografia, ho visto il corpo di Darcy senza vita, dentro di me. Non ci sono parole per spiegare l’immagine. È qualcosa di devastante e vissuto che non posso mai dimenticare.

Era troppo tardi per fare qualcosa. Era già morto.

Ero scioccata e non volevo crederci. Ma mentre aspettavamo l’ambulanza a casa, con la quantità di sangue che stavo perdendo, non riuscivo a sentirla. Sapevo che qualcosa non andava. “

Il corpo di Darcy venne al mondo pesando appena 3,3 chilogrammi e misurando 53 centimetri.

“Come suo fratello. Darcy sembrava sano e bello, tranne che non piangeva. Sembrava addormentato. Il mio cuore si spezzò, tutto ciò che volevo era sentirlo fare il suo primo respiro. ”

– Brooke Campbell –

D’impulso chiese alle infermiere di lasciarla tenere e scattare una foto. Voleva avere qualcosa che sarebbe durato per sempre e che non fosse quella terribile ecografia il suo unico ricordo di Darcy.

Brooke Campbell

Elliott ha preso la notizia anche peggio di lei.

“Ricordo ancora la faccia di Elliot quando entrò nella stanza. Gli ho detto, ‘Darcy è morto. Non ha battiti. ‘ Lui rispose: “No, ti sbagli. Come puoi fare una cosa del genere? Quindi cadde a terra, piangendo istericamente. Tre infermiere hanno dovuto aiutarlo ad alzarsi da terra. “

– Brooke Campbell –

Quando suo marito la vide tenere tra le braccia suo figlio morto, entrambi piansero. 

Brooke Campbell

“Noah era molto gentile con lui, ma era anche molto confuso perché il bambino non si muoveva.

È troppo piccolo per capire cosa succedeva, ma ha dato a Darcy molti baci quando lo ha incontrato in ospedale. “

In totale hanno avuto solo due giorni per creare ricordi con il figlio.

Brooke si riprese fisicamente, ma emotivamente e dentro ha un dolore che non potrà mai essere cancellare. La coppia è rimasta scioccata quando hanno scoperto, in cerca di supporto online, il numero di persone che pensano che sarà facile superare tutto rapidamente, perché è un figlio che “non è mai nato”.

“Non devono essere forti. Trova l’aiuto di cui hai bisogno. Parla con i tuoi amici e familiari della tua perdita. Bloccarlo dentro di te non fa che peggiorare le cose. “

– Brooke Campbell –

Brooke Campbell

“Stiamo cercando di pensare in positivo. Vogliamo avere più bambini e so che Darcy vorrebbe che fossimo felici. “

– Brooke Campbell –

Perdere un bambino è un’esperienza impossibile da immaginare e il mio cuore è con tutti i genitori che condividono lo stesso nostro dolore.