Più di 100 infermieri onorano la collega che donerà i suoi organi – Rendiamole omaggio anche noi

Gli infermieri fanno un ottimo lavoro. Tuttavia, alcune persone continuano a guardare dall’alto in basso la loro professione.

Spesso il caso è che quelle persone pensano che i medici siano gli unici eroi dell’assistenza sanitaria, trascurando così gli infermieri purtroppo.

Ma il loro lavoro è tutt’altro che privo di significato, e vanno oltre il semplice richiamo del dovere ogni giorno.

L’infermiera della Pennsylvania Mary Desin, 58 anni, è un ottimo esempio di uno di questi eroi.

Mary Desin ha dedicato la sua carriera trentennale al salvataggio di pazienti bisognosi. Sfortunatamente, è morta non molto tempo fa, a soli 58 anni.

Eppure, anche dopo la sua tragica morte, ha voluto continuare a salvare vite umane e, come  donatrice di organi,  ha ricevuto un toccante saluto finale dai suoi colleghi.

Secondo ABC News, Mary Desin morì il 31 maggio di un aneurisma cerebrale. Fu pianificata da molti, e i suoi colleghi all’ospedale universitario di Hamot del Medical Center dell’Università di Pittsburgh, a Erie, che erano diventati come una famiglia per Mary, rimasero devastati.

UPMC Hamot

La volontà di Mary era di diventare un donatrice di organi, e così dopo la sua morte oltre 100 impiegati dell’ospedale hanno allineato i padiglioni per rendere omaggio alla loro collega mentre veniva trasportata su un letto d’ospedale in sala operatoria. Il suo fegato e reni sono stati successivamente asportati.

“È stato estremamente emozionante”, ha detto a Good Morning America il figlio di Mary, Matthew James Desin .

“Quasi tutti stavano piangendo. Persone che non avevo mai conosciuto mi sono venute incontro durante il tempo e hanno detto quanto l’amassero e lei le ha aiutate ad andare oltre nella loro carriera “.


La famiglia non si aspettava una risposta così dai colleghi di Mary all’ospedale.

“Mi aspettavo un qualcosa come 20 persone dai suoi tempi come infermiera”, ha detto Matthew James Desin.

“Invece erano oltre 100 persone colpite dalla sua scomparsa”.

L’ospedale di Hamot dell’Università di Pittsburgh Medical Center ha anche onorato Mary accendendo tre luci in cima all’edificio dell’ospedale: un simbolo che indica che qualcuno ha ricevuto un trapianto di organi.

Nikki Taylor / Facebook

Mary mancherà profondamente nel suo posto di lavoro.

“È stata un’insegnante dall’inizio alla fine in qualsiasi modo abbia toccato le persone”, ha detto a GMA Donny McDowell, infermiera di alto livello e uno degli amici di Desin.

“Quello che Mary stava facendo era molto coraggioso. [È stato incredibile] vedere le vite che sarebbero cambiate grazie al dono dei suoi organi. “

Le infermiere di tutti i giorni lavorano sodo, danno il massimo

🙏
💕

Questa incredibile infermiera è andata ben oltre , che Dio la benedica

Nessuno ha bisogno dei loro organi dopo la morte, ma i vivi lo fanno. Si prega di essere anche un donatore. È la cosa giusta da fare: condividi questa storia se sei d’accordo!