PIDOCCHI, COME DIFENDERSI CON 4 RIMEDI NATURALI FATTI IN CASA

b2ap3_thumbnail_lice-prevention-spray3Ogni anno, dall’asilo alle medie il ritornello è sempre lo stesso, in alcuni casi diventa addirittura un dramma che colpisce dai più piccoli ai più grandi: i pidocchi in classe.

Spesso viene detto che non esiste un trattamento efficace preventivo ma non è del tutto vero, ci sono degli accorgimenti che possiamo fare per diminuire drasticamente la possibilità che questi parassiti fastidiosi invadano la testa dei nostri figli.

Per prima cosa è importante collaborare, avvistati gli ospiti si deve comunicare senza temere pregiudizi o giudizi in modo che si possa dare inizio ad una disinfestazione efficace e a tappetto.

E’ opportuno agire con rimedi naturali in modo cautelativo senza danneggiare particolarmente la cute.

I trattamenti vincenti per prevenire i pidocchi:

– Ogni mattina applicare 2 gocce di tee trea ( olio di melaleuca) mescolate con due gocce di olio essenziale di lavanda, dietro nuca e orecchie, per le bambine va bene anche su fasce ed elastici per capelli. Avere i capelli legati è meglio, in modo da ostacolare il passaggio dei parassiti. Gli oli essenziali “soffocano” i pidocchi.



– Si può fare la stessa cosa usando l’olio di neem al posto del tee trea oil.

– Ottimo alleato è l’aceto da utilizzare come risciacquo dopo lo shampoo.

– Un rimedio incredibile è uno spray da fare in casa: in un flacone spray miscelare 30 gr di vodka, 20 gocce di olio essenziale di lavanda, 20 gocce di tea tree o olio essenziale di rosmarino e 50 gr di acqua. Mescolare bene gli ingredienti e aggiungere l’acqua e poi mescolare. Per renderlo più efficace si possono aggiungere anche 2 chiodi di garofano.

Basta uno spruzzo ogni mattina sulla testa del bambino e poi pettinare per distribuire meglio su tutti i capelli. Può essere una valida alternativa per difendersi o in caso di infestazione effettiva, sarà utile applicarla più volte durante la giornata.

In presenza di pidocchi bisogna procedere alla disinfestazione anche di cuscini, lenzuola, fodere, federe, sciarpe, cappelli e tutto ciò che va a contatto con la testa del bambino. Lavare tutto ad almeno 60° e ciò che non può essere lavato, conservarlo in sacchetti di plastica per 15 giorni. Da non dimenticare anche la tappezzeria della macchina e il seggiolino, che spesso vengono dimenticati.

FONTE