Phard o blush? Scopri la differenza e quale fa al caso tuo

phard

Il Phard o in gergo tecnico, Blush, è un componente fondamentale per il make-up giornaliero di ogni ragazza, mentre per altre è solo un vezzo da sfoggiare ogni tanto, la cosa importante in entrambi i casi è saperlo sfoggiare nel modo giusto.

Ma cos’è il Phard e come si deve applicare per non combinare disastri?

Il Phard è un componente per il make-up viso, il più conosciuto è quello in polvere ma ne esistono di diversi tipi, ognuno con funzioni specifiche. Il Phard in polvere si applica dopo il fondotinta e la cipria per dare più colore a zigomi e tempie, viene applicato con un pennello e sfumato per non creare effetti antiestetici.


Esistono il Phard in gel e in crema che si usa per dare luminosità e vigore al viso e si applica picchiettando il prodotto con le dita, in questo caso c’è il rischio di ritrovarsi imbarazzanti macchie di diversi colori, quindi occorre fare molta attenzione alle dosi e sfumare per bene.

LEGGI ANCHE:

Il colore va scelto in base al colorito naturale nonché ai toni dei capelli e degli occhi, bisogna fare attenzione ai colori troppo contrastanti che possono creare un effetto sgradevole alla vista.

Piccoli consigli: se avete il visto tondo, definite bene gli zigomi e la linea della mascella, se il viso è lungo e sottile marcate le tempie e le guance in orizzontale, mentre se è spigoloso e squadrato sfumate il Phard sulle mascelle e le gote otterrete delle forme più morbide.