PERDERE PESO E RASSODARE CON IL PILATES

Per perdere chili di troppo e venir incontro alle esigenze di coloro che si scontrano con la prova costume c’è il Pilates, un’attività fisica che se fatta con costanza, può portare a buoni risultati.

C’è da premettere che bisognerebbe pensare prima alla linea, cercando di evitare di mangiare eccessivamente e portare il nostro organismo ad ingrassare, una sana e corretta alimentazione unita a dello sport è la soluzione ideale.

Tuttavia se il danno è fatto l’unica cosa da fare è correre ai rimedi ed oltre a mangiare correttamente, un quaranta minuti di attività fisica possono essere risolutivi, una valida alternativa è rappresentata dal Pilates.

A differenza di tutte le altre attività fisiche di tipo aerobico come corsa, camminata veloce, joggin ect…, con il Pilates ci sono dei costi da sostenere, un sacrificio economico che si può sostenere se è la salute a giovarne.

Il vantaggio di questa disciplina è che può essere praticata da tutti, con rare controindicazioni, ed è adatta anche a coloro che non possono fare sforzi eccessivi, come cardiopatici, chi soffre di mal di schiena, artrosi e problemi muscolari.

Il Pilates


Questa disciplina rispetto ad altre fa perdere meno calorie, per cui il dimagrimento è relativo, ma in compenso di possono ottenere ottimi risultati in fatto di muscoli, pancia piatta e addominali sodi.

Fare Pilates significa anche non sudare, non fare fatica, non correre rischio di infortunio muscolare, si modella il corpo in punti critici come pancia e glutei, tutto in completo relax.

Inoltre, essendo una disciplina da fare in palestra c’è la condivisione con altre persone, la possibilità di fare nuove amicizie e di interagire con esperti ed istruttori.

Molti esercizi si concentrano su addominali, glutei e braccia senza sollevare pesi ma con attrezzi che favoriscono e guidano il movimento, aiutando a migliorare l’elasticità e la postura del corpo.

I vantaggi sono davvero tanti, l’unico lato negativo è che richiede forzatamente un esborso economico, che se troppo elevato, potrebbe non essere alla portata di tutti.

FONTE