DonnaWeb - Il mondo delle donne a portata di click

Ottobre 11, 2018

Redazione DonnaWeb

PERCHE' SI HANNO CRISI DI DEBOLEZZA, NERVOSISMO E FAME?

A volte ci si sente stanchi, nervosi o si ha fame eccessiva, sintomi che col tempo possono peggiorare, per questo motivo è importante capire cosa accade chimicamente nell'organismo.

La causa principale è da imputare alle ghiandole surrenali che sono posizionate sopra i reni e sono le maggiori responsabili della risposta allo stress attraverso la sintesi di cortisolo e adrenalina. Se queste ghiandole si affaticano, si possono avere alcuni sintomi come la stanchezza delle surrenali, un disturbo spesso trascurato.

 

I sintomi sono:

Pubblicità

Questi sintomi possono presentarsi tutti insieme oppure singolarmente.

Le cause dell'affaticamento surrenale sono:

Traumi nell’infanzia
Stress della vita quotidiana
Alimentazione ricca di zuccheri, alcool, farine e carboidrati raffinati. ( Dolci, pane, pizza, pasta, biscotti, cracker, merendine, bibite gassate, succhi di frutta, snacks, ecc).

Cosa fare

Se si ha il sospetto di avere problemi alle ghiandole surrenali bisogna agire subito, perché sono importantissime per il sistema immunitario, per il funzionamento della tiroide, per il diabete e influenzano il modo di relazionarci all'ambiente e a rispondere agli stimoli esterni.

Quando la situazione è critica non si riesce ad affrontare al meglio lo stress, non si portano a termine i compiti e si pensa anche al suicidio, inoltre, tutto può risultare più pesante, si provano stanchezza, fatica, dolore, infiammazioni e le allergie aumentano.

Consigli da seguire

Andare a dormire non oltre le 22.

Fare bagni per rilassarsi ogni giorno con qualche goccia di olio essenziale di lavanda.

Consumare integratori di Ashwagandha e Eleuterococco.

Bere tisana di ortica due volte al giorno.

Integrare Zinco e Magnesio.

Fare leggera attività fisica tutti i giorni.

Orari del pasto: mangiare la colazione entro le 10 del mattino, pranzare entro le 12,30, uno snack a metà pomeriggio e cenare verso le 18,30. Se si deve cenare forzatamente più tardi meglio uno snack più abbondante il pomeriggio e semi digiunare di sera.

Eliminare completamente lo zucchero e i carboidrati raffinati che stressano le ghiandole surrenali.

Mangiare molta verdura, legumi e cereali integrali.

Sale marino integrale con moderazione, attenzione però se si soffre di pressione alta.

Cercare di non cuocere troppo le proteine animali, evitare insaccati o formaggi troppo lavorati o stagionati.

Evitare oli vegetali parzialmente idrogenato, fritti, cibo spazzatura.

Eliminare cibo a cui si è allergici o intolleranti.

Moderare la quantità di frutta, preferire: papaya, mango, prugne, pere, kiwi, mele, uva in piccole dosi, ciliegie. La frutta da evitare: banana, uvetta, datteri, fichi, arancia, pompelmo.

Evitare caffè, alcol, bibite gassate e zuccherate. Bere tanta acqua ogni giorno.

Fonte

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram