Perché accontentarsi? Meglio single che mal accompagnate

I single che vivono nelle nostre città sono davvero tantissimi al punto che anche i cibi, le vacanze e le cene sono si sono adeguate; per molti essere soli è visto come una sorta di sfiga per altri invece è una fortuna.

mal-di-testa-sesso

Ma sono anche in tante a voler forzatamente sistemare la single, soprattutto le amiche che ce l’hanno fatta a trovare “l’uomo giusto” ed ogni giorno sparano i consigli di turno come:” dovresti essere meno dura, meno pretenziosa, accontentarti, provare ad uscire di piu’, essere predisposta , perche’ lo sai se una non e’ predisposta si vede.”

Le donne si possono dividere sostanzialmente in 4 gruppi:

Le single convinte


Sono quelle che vogliono rimanere tali finché non trovano davvero quello giusto che deve essere interessante, bello, mammone ma non troppo, indipendente e che abbia qualcosa da dimostrare, che si curi e si prenda cura di noi, che ami fare shopping, che sia generoso in tutti i sensi.
Insomma, un vero principe azzurro sul cavallo bianco, ma arriverà mai?

Le single che sono single per scelta degli altri

Le frasi tipiche sono: “Sto troppo bene da sola”, “Non voglio impegnarmi”, “non me la sento”, però poi si trovano per locali in cerca di compagnia, pronte a gettarsi su ogni preda mobile.
Sono quelle che dopo la prima sera aspettano ore che lui chiami e che se non si fa sentire, si fanno mille paranoie. Sono le tipiche ragazze che dicono di non volersi sposare mai, che vogliono convivere ma che nel loro armadio hanno già il vestito da sposa pronto.

Le sposate finte felici

Che parlano all’amica single dicendo di invidiarla, che da sigle non si hanno problemi, che si può viaggiare ma che allo stesso tempo, stanno provando ad avere un secondo figlio e vivono attaccate al marito.

Le sposate entusiaste

Per queste donne i figli sono l’unica ragione di vita, hanno rinunciato a tutto per loro e l’unica lamentale che fanno è che il marito lavora troppo e che non c’è mai in casa. L’unica cosa che fanno insieme sono le vacanze estive quando lui non è troppo impegnato.

Cosa le accomuna tutte?

La speranza di trovare un uomo che le ami, che le tratti come una regina e le metta al centro del proprio mondo. Ma le favole non esistono e che per quanto possa sembrare la vita meravigliosa delle altre che ce l’hanno fatta a trovare un uomo ricco, bello, niente è come sembra.
Non è quindi meglio star da sole e non accontentarsi del primo che passa? Accontentarsi vuol dire svalutarsi e non è bello, soprattutto per paura di restare da sole.
Ancora peggio sposarsi perché convinte che sia tardi o per solitudine, o perché se non ti sposi non sei realizzata ect. Insomma, cosa fare? La soluzione è vivere la vita, minuto per minuto, attimo per attimo, godersi il viaggio senza farsi troppi problemi con la consapevolezza ci ciò che ci circonda.