Per i gatti non siamo altro che grandi felini, ecco come ci vedono

I gatti ci vedono come felini, solo più grandi di loro. Questa è la scoperta di un ricercatore di Bristol sul comportamento dei nostri piccoli amici a 4 zampe.

donna-coccola-gatto

Non vi è mai capitato che il vostro gatto si stende accanto a voi e faccia le fusa? Questo è un comportamento che i felini mettono in atto con membri della loro stessa razza.

I gatti entrano in relazione con l’uomo nella stessa maniera in cui farebbero con un altro gatto, si comportano con noi proprio come se fossimo dei loro simili, solo un po’ più grandi.

John Bradshaw, biologo dell’Università di Bristol, ha condotto uno studio longitudinale di circa 30 anni per giungere alla conclusione che le differenze di comportamento tra gatto e cane sono molte da enumerare.


Il cane è un animale che è stato addomesticato ed addestrato durante il corso dei secoli e si è abituato all’avvicinamento dell’uomo e si è sempre più distanziato dai comportamenti che l’antenato lupo mette in atto.

Il cane ha appreso qual’è la natura e il ruolo dell’essere umano nella sua vita mentre il gatto ancora si relaziona al mondo in base ai suoi propri comportamenti sociali.

Quando un gatto nutre affetto nei confronti di qualcuno (anche un essere umano) si comporta esattamente come farebbe con sua madre o un suo fratello: alza la coda, si struscia e ci sfiora facendo le fusa.

Quando alzano la coda i gatti segnalano il loro affetto nei confronti di un altro individuo ed è questo il motivo per il quale è meglio attendere che la coda del nostro piccolo felino sia dritta prima di interagire con lui.