Pensa che la figlia adottiva sia sociopatica, cerca di ucciderla e poi l’abbandona

Una mamma accusata di aver abbandonato la figlia adottiva di 10 anni afferma che nella ragazza c’è la personalità di un sociopatico di 22 anni che ha cercato di uccidere la sua famiglia.

Kristine Barnett, 45 anni, e Michael Barnett, 43 anni, avrebbero scaricato la loro figlia ucraina Natalia Grace, affetta da nanismo, in un appartamento negli Stati Uniti e si è trasferita in Canada.

Un medico che ha esaminato Natalia nel 2010 – l’anno in cui è stata adottata – ha stabilito che aveva otto anni, ma nel 2012 i Barnetts – ora divorziati – hanno legalmente cambiato la sua età a 22 anni.

Dopo essere stata accusata di abbandono, Kristine ha stranamente affermato che Natalia era un’impostore che fingeva di essere una bambina e ha cercato di ucciderla: una trama che rispecchia molto il film horror The Orphan.

I medici hanno stimato che Natalia Grace aveva 11 anni nel 2012 (Immagine: Kristine Barnett)

Kristine afferma che Natalia alta poco più di un metro, ha minacciato di pugnalare lei e il suo allora marito nel sonno, l’ha spinta verso una recinzione elettrica e ha versato candeggina nel suo caffè.

Disse Kristine DailyMailTV: “Avrebbe fatto dichiarazioni e disegnato foto dicendo che voleva uccidere i membri della famiglia, arrotolarli in una coperta e metterli nel cortile.

“Ci stava a sorvegliare nel cuore della notte. Non puoi andare a dormire. Abbiamo dovuto nascondere tutti gli oggetti appuntiti.

La madre adottiva Kristine Barnett, 45 anni, è stata accusata di abbandono (Immagine: Tippecanoe County Jail)

“L’ho vista mettere sostanze chimiche, candeggina, Windex qualcosa del genere, nel mio caffè e le ho chiesto, ‘cosa stai facendo?’ Disse: “Sto cercando di avvelenarti”. “

In un’intervista con WISH-TV, Kristine ha affermato che a Natalia è stata diagnosticata una terapia psicopatica e sociopatica.

Kristine ha negato le accuse di aver trascurato Natalia e afferma che Natalia è un’adulta e non era una bambina quando è stata adottata.

Afferma che Natalia – inizialmente dichiarata giovane all’età di sei anni quando è stata adottata – aveva già iniziato il ciclo mestruale e stava cercando di coprirlo, aveva denti da adulto e peli pubici.

Michael Barnett avrebbe ammesso che la coppia ha cambiato l’età della ragazza anche se un medico ha detto che era minorenne (Immagine: Tippecanoe County Jail)

Afferma anche che i medici hanno esaminato Natalia e hanno concluso che soffriva di una grave malattia psicologica diagnosticata solo negli adulti.

Afferma che la coppia aveva “corretto” l’età di Natalia dopo che un medico aveva detto loro che la data di nascita di Natalia del 2003 era sbagliata e che la figlia aveva fatto carriera facendo finta di essere una bambina.

Natalia soffre di una rara forma di nanismo e ha problemi a camminare.

Natalia (terza da sinistra) quando la famiglia è stata rappresentata per 60 minuti nel 2012 (Immagine: CBS NEWS)

A causa delle sue condizioni, è stato difficile per i medici determinare la sua età.

Quando è stata adottata, è stato affermato che aveva sei anni.

Nel 2010 un medico ha affermato che aveva circa otto anni e una valutazione del 2012 ha mostrato che era una minorenne di circa 10 o 11 anni, secondo un rapporto della polizia.

I Barnetts avevano affittarono un appartamento a Lafayette, Indiana, nel 2013 e la lasciarono lì da sola, secondo la polizia.

Kristine afferma che sua figlia adottiva aveva 22 anni nel 2012 (Immagine: Facebook)

I genitori adottivi si trasferirono in Canada con i loro due figli, dove uno di loro frequentava una prestigiosa scuola di fisica a ovest di Toronto.

La polizia ha ora accusato i Barnetts di abbandono, sostenendo che Natalia fosse stata abbandonata.

Secondo l’assistente sociale, Michael ha ammesso alla polizia che lui e Kristine avevano cambiato l’età di Natalia a 22 anni, anche se i medici avevano stabilito che era minorenne.

Il documento afferma: “Michael Barnett ha ammesso che Kristine Barnett ha detto a Natalia di dire agli altri che Natalia sembrava giovane ma in realtà aveva 22 anni.”

Kristine con suo figlio Jacob, un prodigio della fisica, nel 2013 (Immagine: CTV NEWS)

Uno degli amici della coppia in Indiana ha detto alla stazione TV di News 18 che i Barnetts sono stati “truffati” nell’adottare la ragazza.

L’amica, che non è stata nominata, ha dichiarato: “Ha appena scoperto due settimane fa attraverso i media di essere nei guai.

“Ha detto che ci sono stati due processi anni fa per ri-invecchiare la ragazza.

Kristine ha paragonato le sue affermazioni alla trama del film horror The Orphan (nella foto)

L’amica afferma che la ragazza aveva gravi problemi di salute mentale quando la Barnetts l’aveva adottata e aveva attaccato fisicamente la famiglia, che credeva fosse più vecchia di quanto le fosse stato detto.

L’amica afferma anche che Natalia doveva vivere da sola sotto la cura dei dottori.

I documenti del tribunale mostrano che è stata sfrattata dall’appartamento nel 2014.

La sua posizione attuale è sconosciuta e né lei né un avvocato hanno risposto alle affermazioni di Kristine.

Margaret Axson, che viveva nella stessa strada, disse a News 18 che era amica di Natalia e che avevano frequentato un centro di apprendimento per adulti fino a quando un giorno Natalia smise di venire in classe.

Emerse anche che Natalia aveva frequentato per un breve periodo una scuola superiore per adulti e giovani.

I Barnetts sono stati descritti in un rapporto di 60 minuti nel 2012 che evidenziava il figlio Jacob, un prodigio della fisica con un QI superiore a Albert Einstein.

https://www.mirror.co.uk/news/us-news/mum-who-abandoned-adopted-girl-20162598?