Pazze per il pane viola buono e salutare, presto sulle nostre tavole

Il pane è uno degli alimenti più apprezzati, ma anche facili da realizzare. Nonostante ciò sempre più addetti del settore decidono di proporre delle versioni elaborate e gourmet, dimostrando come il pane possa diventare anche un prodotto culinario all’avanguardia. È quanto avranno pensato alcune donne italiane che hanno deciso di dar vita al Well-Bread, ovvero il pane viola. Ma come viene realizzato e quali sono i suoi benefici? Scopriamolo assieme!


Pane viola: ingredienti e benefici

Il pane viola è stato brevettato da un gruppo di donne italiane che ha dato vita a una vera e propria start-up, ovvero Anna Valentina Luparelli e Isabella Taglieri della Facoltà di Biochimica Agraria che, coordinate dalla professoressa Angela Zinnai, hanno avuto l’idea di rivoluzionare il pane tradizionale, proponendolo in un versione innovativa e soprattutto super benefica. “Well-Bred rappresenta un prodotto in grado di sintetizzare una serie di aspetti positivi per un alimento, quali l’elevato valore nutraceutico, le migliorate caratteristiche tecnologiche e sensoriali, nonché la maggiore sostenibilità ambientale”, hanno dichiarato le due donne. Il Well-Bred, infatti, è il risultato di tre super-ingredienti: il lievito madre, ricco di sali minerali e composti probiotici, patate viola liofilizzate, che donano l’inconfondibile colore e aggiungono proprie antiossidanti, e pectine, ovvero le sostanze contenute nella buccia della frutta. Queste sono in grado di assorbire l’acqua e riescono a rendere il pane più soffice e durevole, in modo tale da non doverlo più buttare il giorno successivo l’acquisto. Un’idea davvero originale e lo scopo è quello di cominciare a vendere il Well-Bread nei panifici di tutto il mondo, trasformando il pane in un prodotto gourmet.