Parti del corpo inutili: 5 esempi di ciò che potremmo non avere più

Tutti quanti conosciamo la teoria dell’evoluzione di Charles Darwin che nel 1871, con il suo “The Descent of Man” aveva ipotizzato che il corpo umano sarebbe cambiato nel corso degli anni in quanto non avrebbe più dovuto sopperire ad alcune necessità specifiche del passato. In effetti il nostro corpo presenta parti del corpo che non utilizziamo e che ben presto potrebbero scomparire.Volete sapere quali? Scopriamolo assieme!

Terza palpebra

Così chiamata perché si trova all’interno dell’occhio, non è altro che quella piccola escrescenza che si trova all’attaccatura tra occhio e naso. A noi non serve a niente, mentre  agli uccelli e ad alcuni mammiferi impediva danni fastidiosi in quanto proteggeva l’occhio da possibili impurità e contaminazioni esterne. Al momento ne è rimasta solo una piccola parte e tra qualche anno potrebbe non esserci più.

Peli sul corpo

La barba maschile serve a proteggere da agenti esterni e residui di cibo, mentre le ciglia proteggono gli occhi dal sudore della fronte. Gli altri peli del corpo, invece, non servono praticamente a nulla e la speranza è che davvero al più presto possano sparire del tutto.

Muscolo succlavio

Muscolo che si trova sotto la clavicola e che si collega con la prima costola sotto la spalla, potrebbe fra qualche anno non esserci più. Si tratta, infatti, di un residuo di quando l’uomo camminava a quattro zampe.

Coccige

Tutti quanti abbiamo il coccige e come molto probabilmente già saprai si tratta del residuo di una coda che era particolarmente utile per l’equilibrio. Oggi, però, la cosa non ci serve più e per questo motivo anche il coccige potrebbe sparire. 

Tubercolo di Darwin

Per finire parliamo del tubercolo di Darwin, un frammento di cartilagine che si inspessisce all’interno delle nostre orecchie che fu scoperto da Thomas Woolner. Il tubercolo di Darwin è la prova di come le orecchie venivano orientate e di quanto, ma è oggi è praticamente inutile e pertanto potremmo non rivederlo tanto presto.