Sign in / Join

Paralisi nel sonno: sintomi, cause e rimedi

La paralisi nel sonno è un fenomeno che ha più possibilità di verificarsi quando si è troppo stanchi e si ha carenza di sonno, è in questa situazione che la fase REM si innesca oltre i suoi tempi normali, nei primi momenti e negli ultimi del sonno, in questo articolo vi descriviamo le cause che possono scatenarle e i rimedi per prevenirle.

timthumb

Un buon 30/40% delle persone nel corso della propria vita ha avuto almeno un episodio di paralisi nel sonno e allucinazioni, è normale avere un’esperienza di questo tipo nel corso della propria vita, se però questi episodi si ripetono con frequenza possono disturbare il sonno, creare ansia, perfino la paura di andare a dormire, compromettere la concentrazione e lo svolgimento delle normali attività quotidiane. In questo caso è consigliabile consultare il medico perchè questo disturbo potrebbe nascondere una patologia, perfino un consulto psicologico potrebbe servire.

Quali sono le cause?

Incubi e paralisi notturne possono verificarsi  a qualunque età, solitamente cominciano nell’adolescenza, solitamente sono legate a:

  • ciclo del sonno alterato,
  • trauma cranico
  • stress
  • depressione
  • componente ereditaria

Come rimediare?

Se sono frequenti conviene consultare il medico o rivolgersi ad un centro di medicina del sonno, se è legata ad un’altra malattia come la narcolessia verrà trattata insieme alla malattia primaria, solitamente si cura con farmaci antidepressivi.

Se si tratta di un episodio isolato non è necessario un trattamento farmacologico, molte persone tuttavia cercano delle cure per evitare la paralisi perchè le allucinazioni creano ansia e paura, non esistono delle vere e proprie terapie è possibile comunque provare ad evitare le paralisi nel sonno e ridurre il disturbo di allucinazioni seguendo uno stile di vita regolare e privo di stress, per quanto possibile.

E’ IMPORTANTE ASSUMERE UNA CORRETTA POSIZIONE PER DORMIRE, COSI’ POTRAI EVITARE ALCUNI PROBLEMI

Seguire queste buone norme è indispensabile:

  • cerca di avere un sonno regolare, vai a letto sempre alla stessa ora e dormi lo stesso numero di ore
  • evita l’uso smodato di caffè e sostanze stimolanti come alcool
  • dormi a sufficienza
  • evita stress, fatica fisica ed emozioni forti
  • non dormire supino perchè può facilitare il manifestarsi di paralisi nel sonno e dare un senso di soffocamento.
  • dormi al buio senza rumori
  • tieni la stanza ordinata e pulita
  • fai esercizi di respirazione e rilassamento prima di dormire

Se invece vi ritroverete nel momento esatto della paralisi nel sonno e ne siete consapevoli mantenete la calma, pensate che è un episodio che passerà presto e che non può accadervi nulla di male, tra un pò finirà e vi sveglierete.

Respirate profondamente e inspirate, pensate a qualcuno, se avete fede in Dio pregate, pensate la persona amata, un genitore o un’idea che vi fa stare bene e che vi rilassa.

HAI L’ABITUDINE DI DORMIRE CON IL CELLULARE SUL COMODINO? TI DO’ 6 MOTIVI PER NON FARLO

Provate a muovere il dito della mano o un piede, gli arti periferici sono quelli meno soggetti al senso di paralisi e si riattivano prima, concentratevi solo sul dito e sforzate di muoverlo, basta questo per svegliarvi subito.

Alzatevi dal letto, accendete la luce, illuminate la stanza, se è ancora presto e dovete tornare a dormire provate a rilassarvi e a fare qualche esercizio aerobico, non sarà semplice ma queste azioni vi permetteranno di resettare l’orologio biologico e di scaricare la tensione scongiurando che la paralisi si possa ripetere.

FONTE

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Accedendo acconsenti all'utilizzo dei cookies in accordo con la politica e regolamentazione vigente in materia di cookies e privacy. Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi