Padre uccide i suoi 5 figli e li seppellisce nei sacchetti della spazzatura

Un uomo è stato dichiarato colpevole di aver ucciso i suoi cinque figli e di aver seppellito i loro corpi in sacchetti di immondizia su una collina.

Timothy Jones, originario della Carolina del Sud, negli Stati Uniti, ha confessato di aver ucciso i bambini nella loro casa mobile nel 2014 prima di guidare i loro corpi in decomposizione attraverso diversi stati e scaricarli in Alabama.

Il 37enne ingegnere informatico divorziato che aveva l’affidamento legale dei suoi figli, si è dichiarato non colpevole a causa della pazzia e non ha testimoniato nel processo con giuria a Lexington, nel Sud Carolina.

La giuria ha emesso verdetti di colpevolezza per cinque capi di omicidio, con i pubblici ministeri che chiedono la pena di morte.

Le ultime parole di Merah a Jones erano “Ti amo” (Immagine: MCT via Getty Images)
Jones ammise di aver ucciso i bambini, incluso Gabriel di due anni (Immagine: MCT via Getty Images)

In una seconda fase del processo, la giuria stabilirà quale penalità imporre.

Il giudice del processo aveva incaricato i giurati di considerare i verdetti di colpevolezza, colpevole ma malato di mente, non colpevole in ragione di pazzia o non colpevole.

Jones è stato arrestato in un posto di blocco della sicurezza stradale nel Mississippi nel settembre 2014 e ha portato la polizia ai corpi dei bambini, che erano avvolti in sacchi della spazzatura.

In una confessione registrata durante il processo, Jones ha detto agli investigatori che il suo bambino di mezzo Nahtahn, 6 anni, è morto accidentalmente il 28 agosto 2014, dopo che Jones gli aveva fatto fare squat e piegamenti sulle braccia come punizione per aver rotto alcune prese elettriche.

Piangendo, Jones ha detto alla polizia che ha poi strangolato gli altri quattro figli – Merah, eoght; Elias, sette; Gabriel, due; e una bambina di un anno, Abigail Elaine, nella loro casa mobile, ha riportato il giornale di Stato.

Ma si è dichiarato non colpevole del loro omicidio in ragione della pazzia (Immagine: Reuters)
Nahtahan, 7 anni, è stato strangolato a morte (Immagine: MCT via Getty Images)

Gli avvocati della difesa hanno detto che Jones è cresciuto in una famiglia circondata da violenza e negligenza con una madre con schizofrenia, una malattia mentale a volte ereditaria, e che aveva subito una frattura del cranio e lesioni cerebrali in un incidente automobilistico.

Lo psichiatra designato dal tribunale, il dott. Richard Frierson, testimoniò che Jones gli aveva detto che una “voce da dentro” gli aveva detto di uccidere i restanti quattro figli.

Jones ha pensato che sarebbero stati meglio tutti insieme quando è andato in prigione, ha detto Frierson. “Ha preso una decisione consapevole e la scelta di ucciderli, sentiva che era moralmente giustificato.”

Elias fu il primo ad essere ucciso (Immagine: MCT via Getty Images)
Abigail era solo uno quando morì (Immagine: MCT via Getty Images)

Jones non apprezzava l’errore morale delle sue azioni, ha detto ai giurati l’avvocato della difesa Boyd Young.

“La sua mente malata credeva che i bambini stessero meglio in paradiso”, ha detto Young. “Uccidere qualcuno per odio è omicidio, uccidere bambini per amore è follia”.

Il pubblico ministero Rick Hubbard respinse quell’argomento, definendo Jones un uomo egoista che abusava regolarmente dei suoi figli e uccideva Nahtahn per la rabbia.

“Quest’uomo non è schizofrenico, ha capito bene e ha sbagliato”, ha detto Hubbard.

tradotto da: the Mirror