Padre si fa un tatuaggio al centro del petto – Il motivo è toccante

Il 23 maggio, Joey Watts, 6 anni, è stato sottoposto a un’operazione salvavita all’ospedale pediatrico di Leeds in Inghilterra.

Sebbene l’ intervento gli abbia salvato la vita, Joey ne è uscito sentendosi “turbato e spaventato”, secondo suo padre, Martin Watts.

Quindi, come ogni buon padre, Martin prese alcune misure drastiche per far sentire suo figlio meglio durante la sua guarigione. Ha un tatuaggio per abbinare la cicatrice di suo figlio dopo un intervento chirurgico.

A Joey fu diagnosticata una stenosi aortica sopravalvolare (SVAS) quando aveva 14 settimane. SVAS è un difetto cardiaco che causa il “restringimento del grande vaso sanguigno che trasporta il sangue dal cuore al resto del corpo”. Se non trattato, SVAS potrebbe portare a mancanza di respiro, dolore toracico e cedimento del cuore, secondo la National Library of Medicine degli Stati Uniti.

Anche il fratello maggiore di Joey, Harley, ha le stesse condizioni.

Dopo l’intervento, Joey chiese: “È qui che mi hanno tagliato per sistemarmi il cuore?”

I suoi genitori gli dissero che la sua cicatrice da tre pollici e mezzo non era nulla di cui vergognarsi, infatti il ​​bambino di 6 anni dovrebbe esserne orgoglioso.

Per dimostrare a Joey quanto sia bello avere una cicatrice, Martin si è fatto un tatuaggio per abbinare la cicatrice di Joey.

Jeanne Watts, la madre dei ragazzi e la moglie di Martin, ha affermato che la decisione di Martin di farsi un tatuaggio abbinato ha dato fiducia ai suoi figli.

Tutti questi guerrieri dovrebbero essere orgogliosi delle loro cicatrici e di tutto ciò che ottengono nella vita”, ha detto Leanne al  Leeds Live .

La famiglia spera di sensibilizzare il Fondo per i cardiochirurghi pediatrici di Leeds.

Il duo padre e figlio è apparso in una campagna #ScarSelfie organizzata dal Leeds Children’s Heart Surgery Fund (CHSF), che ha incoraggiato le persone con cicatrici a condividere le loro ferite di battaglia.

“Comprendiamo appieno che mostrare un’immagine di una cicatrice è una decisione molto personale e non per tutti”, ha detto Sharon Milner, amministratore delegato di CHSF. “Comunque abbiamo gestito questa campagna negli anni precedenti e conosciamo il messaggio positivo che porta.”

Faresti qualcosa del genere per tuo figlio?

Condividi questo articolo e facci sapere!