Orrore in Germania – Il padre ha abusato della figlia piccola 281 volte in 5 anni

Quando il “giorno del bagnetto” diventa il giorno peggiore della settimana. Quando le uscite in famiglia non sono divertenti ma spaventose. Quando l’infanzia diventa un incubo crudele.

Questo succede ai bambini che vengono abusati e violentati da parenti o conoscenti.

A causa della loro superiorità fisica, i bambini non hanno alcuna possibilità di difendersi. Quando l’abuso diventa una routine quotidiana, non c’è secondo tranquillo, nessun posto sicuro per le vittime.

Da giovedì 22 agosto, un uomo di famiglia è stato accusato a Berlino di aver stuprato sua figlia 281 volte in 5 anni.

 Tutto avrebbe dovuto iniziare con la “giornata del bagnetto”. L’allora figlia di nove anni, unica figlia di un uomo berlinese di 63 anni, presumibilmente maltrattata da suo padre nel bagno.

Si dice che sia successo per la prima volta nel 1998. Ciò ha provocato anni di maltrattamenti. Si dice che l’uomo sia caduto accidentalmente nel suo letto, da li iniziò l’incubo durante i viaggi di famiglia in una roulotte o in gommone.

L’ accusa sostiene che ci sono stati ben 281 casi di abuso. Tra l’ aprile del 1998 e l’ottobre del 2003, un numero che ha messo a tacere l’intera famiglia dell’uomo.

“Mi sono innamorato di mia figlia”, spiega il 63enne ora in tribunale.

Padre abusò della figlia piccola 281 volte

La vittima ha sette fratelli. Quando era più giovane, non aveva mai avuto il coraggio di dire loro dell’abuso.

In generale, nessuno avrebbe dovuto sentire parlare della procedura. La donna era spesso lontana da casa o così intimidita da non riuscire mai ad affrontare l’uomo.

Persino i sette figli non hanno mai osato entrare in quelle stanze chiuse. “A causa del suo regime di violenza sotto forma di divieti e percosse” erano “troppo intimiditi”.

“L’imputato ha approfittato del fatto che era fisicamente di gran lunga superiore alla testimonianza infantile, in modo che non potesse respingere suo padre, come aveva provato la prima volta”, ha affermato nell’accusa.

Il padre, tuttavia, non si da per vinto. Spiega di essere “inconsapevole di qualsiasi situazione” in cui mia figlia mi ha fatto capire che non voleva la mia vicinanza “.

Rivelazione avvenuta solo nel 2018

L’abuso è stato rivelato solo quando la vittima è cresciuta. Con la volontà di porre fine a questo incubo divenuto nascosto nel tempo, denunciando il padre nel 2018.

Nell’aprile 2019, la polizia lo ha arrestato. Da allora, l’uomo è stato messo in custodia.

Condividi questa terribile storia per mettere in guardia alcune bambine che purtroppo non riescono a difendersi in tali circostanze.