DonnaWeb - Il mondo delle donne a portata di click

Agosto 10, 2019

Redazione DonnaWeb

Onicomicosi, cos'è e come si cura in modo naturale

Molti casi in cui l'unghia è affetta da micosi non prova dolore ne mette a rischio la salute ma può influire sull'autostima, unghie fragili, irregolari e deformate possono provare disagio quando si va in giro scalzi o con delle scarpe aperte sul davanti.

La causa più frequente dell'ingiallimento delle unghie è l'attacco di funghi, onicomicosi, che rende l'unghia ripugnante, spessa, ingiallita, frastagliata e in alcuni casi può provocare dolore.

Pubblicità

Questo fenomeno è difficile da curare e si manifesta come una macchia bianca o gialla sul bordo dell'unghia, poi col passare del tempo i funghi proliferano e l'infezione va in profondità, modificando il colore dell'unghia, rendendola spessa, fragile al punto di farla staccare.

L'onicomicosi è causa, molte volte, da microorganismi noti chiamati dermatofiti, che si nutrono di cheratina presente in unghie e capelli. Questi funghi si trovano ovunque ma si moltiplicano di più in ambienti bui e umidi, come l'interno caldo e sudato delle scarpe.

Non c'è un modo di proteggersi al 100% dalle micosi dell'unghia, ma si può prevenire con alcuni consigli:

Hai l'onicomicosi? Osserva le tue unghie:

Non bisogna nascondere il problema ma trattarlo, altrimenti peggiorerà.

Rimedio naturale

Unguento all'abete, gli effetti curativi di questa pianta sono già noti ai nostri antenati, che la utilizzavano con successo sulle cicatrici e per la cura di ulcere, infiammazioni e altri problemi cutanei.

La saggezza centenaria è confermata anche dalle ricerche scientifiche che provano che la resina di abete agisce come antimicotico, ed è efficace per fermare la crescita dei funghi, per questo motivo è usata nella cura dell'onicomicosi.

Fonte

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram