Nico, bambino di 6 mesi con la leucemia che ha bisogno di un trapianto urgente per sopravvivere

I medici e i genitori di Nico, un bimbo di sei mesi di Melilla, in Spagna, hanno fatto un disperato appello al mondo in cerca di donatori di midollo osseo per curarlo una volta per tutte.

Il bambino ha una leucemia linfoblastica acuta per la quale è già stato sottoposto a chemioterapia, ma i medici ritengono che l’unica cura sarebbe quella di trovare un donatore compatibile per un trapianto di midollo osseo, riporta ABCdeSevilla.

Leucemia linfoblastica acuta è un tumore delle cellule del sangue normalmente diagnosticato nei bambini di età compresa tra tre e cinque anni. È il tumore più frequente nei bambini.

Sebbene gli scienziati non sappiano esattamente quali siano le cause, alcuni studi indicano che potrebbe essere dovuto a una mutazione genetica, nonché a infezioni contratte in tenera età, in parte a causa di un’eccessiva igiene e di scarsa interazione con altri bambini durante i primi anni di vita. vita.

Una volta diagnosticati, come nel caso di Nico, gli unici trattamenti che vengono applicati sono la leucemia e il trapianto del midollo osseo, anche se per quest’ultimo è necessario trovare un donatore compatibile.

Sfortunatamente, non ci sono tanti donatori di midollo osseo. Il processo di donazione è un po ‘più complicato, dal momento che il donatore deve ricevere un’anestesia epidurale per estrarre una piccola quantità di sangue dal midollo.

Come riportato dalla emittente televisiva Telecinco , i genitori di Nico stanno ancora aspettando il miracolo all’Ospedale di Malaga, dove ha promosso una campagna sui social network per trovare il donatore , dal momento che purtroppo suo fratello di 9 anni non è compatibile con il bambino.

Per far conoscere alla gente il loro piccolo, i genitori hanno aperto un profilo Instagram con le immagini più iconiche di Nico.

Trovare un donatore è la chiave per salvare la vita di questo piccolo bimbo. 

Si prega di condividere questo articolo in modo che raggiunga il maggior numero di persone possibile. Forse in questo modo riusciremo a salvare la vita di questo bambino.