Neonato colpito per Natale con petardi che esplodono mentre viene allattato dalla mamma

Un bambino di un mese ha subito ustioni di terzo grado quando i criminali spietati hanno emesso dei petardi che lo hanno colpito mentre veniva allattato al seno.

Jair indifeso veniva nutrito dalla mamma ventenne Xiomara Melendez sotto il portico della casa nel Real de San Jose, in Messico, quando il petardo causò lesioni al petto e al collo.

Xiomara e suo marito Miguel Angel, con l’aiuto dei vicini, hanno portato il loro bambino piccolo in un ospedale di Monterrey dove è attualmente in cura.

Si ritiene che Jair abbia subito ustioni di primo, secondo e terzo grado.

I medici non sono sicuri se avrà bisogno di un intervento chirurgico in quanto si stanno concentrando sul trattamento delle lesioni e sulla somministrazione di farmaci per prevenire ulteriori complicazioni.

Il piccolo tot viene curato in ospedale
Il piccolo viene curato in ospedale (Immagine: CEN)

La famiglia non ha idea da dove provenga il petardo o chi l’abbia lanciato.

Gli attivisti hanno chiesto la fine dell’uso di petardi e fuochi d’artificio intorno a Natale e sopratutto capodanno.

In alcune parti del Messico hanno vietato la vendita di petardi sebbene siano ancora venduti sul mercato nero.

Non è chiaro se la polizia abbia avviato un’indagine e non siano stati segnalati arresti.