DonnaWeb - Il mondo delle donne a portata di click

Aprile 26, 2019

Redazione DonnaWeb

Nel 1937, una famiglia trovò una bambina di un anno su una collina. Era legata e sul punto di morire

Dopo 80 anni, è finalmente riuscita a conoscere il suo passato.

80 anni fa, Anthea Ring fu abbandonata quando aveva solo un anno su una collina nel sud dell'Inghilterra. Quando la trovarono, la bambina era legata per le mani. Per quanto le autorità cercassero di scoprire cosa fosse successo e dove fossero i loro genitori, fu impossibile capire e trovarli. Per tutta la vita ha cercato di sapere perché l'hanno lasciata lì desiderando di essere morta.

Dopo tanti anni ha finalmente conosciuto la sua storia.

Pubblicità

Un giorno dell'anno 1937, metre Margareth e suo marito Arthur camminavano lungo la collina con le loro due piccole figlie, Elizabeth e Jane, videro un bambino tra i cespugli quando si avvicinarono, trovarono una bambina bionda che aveva un vestito rosa, alcuni graffi e morsi di insetti, le sue piccole mani erano legate. La famiglia ha riferito rapidamente alle autorità.

Margareth e Arthur furono così commossi dalla situazione della bambina che fecero del loro meglio per adottarla. Dato che non sapevano nulla della sua storia, preferirono dimenticarla e allevarla come le altre due figlie, non facevano mai distinzioni o preferenze per nessuno, Anthea ha vissuto un'infanzia molto felice e ha sempre pensato che Margareth e Arthur fossero i suoi genitori biologici, non sospettò mai il contrario, almeno fino all'età di 9 anni, quando un vicino le ha detto in una discussione che era stata adottata, quel giorno fu la prima volta che i suoi genitori le parlarono del suo passato ma, a causa della sua tenera età, decisero di addolcire le cose e dirle che l'avevano lasciata all'ingresso dell'Ospedale di Worthing quando lei aveva solo pochi mesi.

Tuttavia, la confessione dei suoi genitori adottivi non ha permesso alla bambina di sapere qualcosa di più sui suoi genitori biologici.


BBC

Quando ha compiuto 15 anni, Anthea ha lasciato la sua casa e ha iniziato a lavorare a Londra in un negozio, qualche tempo dopo è diventata infermiera e in quel periodo ha incontrato suo marito, Francis, con il quale ha avuto due figli, Christine e Jonathan.

In un'occasione quando andò a visitare i suoi genitori biologici, portò anche i suoi figli, furono sorpresi dalla grande somiglianza che Christine aveva con Anthea quando la trovarono sulla collina, decisero che era ora di rivelarle tutto. Era già adulta e dovette prendere una decisione sulla conoscenza o meno del suo passato.


BBC

Margareth mostrò ad Anthea un ritaglio di giornale in cui appariva l'immagine di un bambino, ecco come sapeva che i suoi genitori adottivi l'avevano trovata su una collina nel 1937, non poteva credere alla crudeltà con cui l'avevano abbandonata e in quel momento sentì di amare di più la famiglia che gli aveva dato una casa e che l'aveva cresciuta con tanto amore.

Decise di far passare i fatti fino a quando divenne nonna, sentì che gli anni la stavano pesando, si chiese chi fosse, nel 1994 entrò nel gruppo Norcap, un gruppo dedicato ad aiutare gli adulti adottati a trovare informazioni sul loro passato.


BBC

Ma l'unica cosa che Anthea ha trovato sono state informazioni sugli agenti che avevano preso il suo caso 57 anni fa, che pensavano che non provenisse dalla località perché era molto piccola, tuttavia di quello che è successo realmente non ha mai potuto scoprire nulla così ha finito per concludere che era stata portata lì in treno in viaggio da Londra.

Dopo essere stata trovata dai suoi genitori adottivi, è rimasta in ospedale per sei mesi mentre veniva reintegrata e la polizia concludeva l'indagine.

Ma l'informazione non portava da nessuna parte a Anthea, così decise di eseguire un test del DNA con il quale scoprì che era il 92% di origine irlandese, aveva dei cugini negli Stati Uniti e in Irlanda, che erano dalla parte di sua madre e di suo padre contattandoli, si sono offerti di aiutarla per scoprire la verità.


BBC

Nel 2016, la genetista Julia Bell ha contattato Anthea, aveva lavorato con la genealogista Angie Bush, il suo studio ha concluso che uno dei genitori era soprannominato "Coyne" , della contea di Galway e l'altro cognome era "O'Donnell", appartenente alla Contea di Mayo.


BBC

C'era una buona possibilità che una delle 7 figlie di un uomo di nome John O'Donnell fosse la madre di Anthea . Si credeva che fosse Ellen, nata nel 1911, il suo nome ufficiale era Helena. Angie Bush finalmente aveva scoperto il vero nome, era in possesso delle registrazioni di nascite illegittime in Inghilterra e in Irlanda nel 1936 la mamma era una madre single di nome Lena O 'Donnell , Lena e Helena, potrebbero essere la stessa persona.

D'altra parte, Catherine Corless, una storica amatoriale irlandese, è riuscita a scoprire che Lena O'Donnell si era sposata in Irlanda nel 1945 , sette anni dopo che Anthea era stata abbandonata sulla collina e aveva altri quattro figli. Uno dei bambini ha accettato di sottoporsi al test del DNA e nel 2017 i risultati hanno dimostrato che era il fratellastro di Anthea.

Scoprì che la sua data di nascita era il 20 novembre 1936 e alla nascita fu chiamata Mary Veronica.

I registri rivelarono che quando la donna partorì, passò attraverso diverse associazioni di beneficenza per madri single sempre con il suo bambino in braccio, ma subito dopo un mese scomparve fino al 1939 che tornò ad apparire in una votazione elettorale ma non ne sapeva nulla.

Bell non crede che Lena abbia abbandonato sua figlia, piuttosto ha fatto qualcosa di coraggioso: stare con lei e cercare supporto per entrambi, ma allora perché la bambina è stata abbandonata sulle colline?

In base al tempo, era normale che alcune donne si prendessero cura dei figli di altri, tuttavia, c'erano casi in cui vendevano i bambini ad altre famiglie, pensavano che forse era il caso di Anthea; Lena avrebbe potuto lasciare Mary Veronica alle cure di un'altra donna e forse cercò di venderla, ma quando qualcosa andò storto preferì lasciarla sulla collina.

Nel corso del tempo, è stato anche in grado di scoprire chi era suo padre attraverso i test del DNA, che erano molto difficili da ottenere perché i due candidati erano morti anni fa, fu attraverso la saliva con cui aveva chiuso una busta che Anthea potè scoprire che il padre biologico si chiamava Patrick Coney.

Ci sono voluti 80 anni per Anthea per scoprire la sua vera origine, attualmente non ha contatti con la famiglia di sua madre, pensa che forse Patrick non ha mai saputo di avere una figlia perché la sua famiglia confessa che gli piaceva la sua indipendenza e sentirsi libero, forse questo era un motivo sufficiente per Lena per non dirgli mai che si aspettava un bambino da lui.

Sono Lena e Patrick, i genitori biologici di Anthea:

BBC

Anthea ha confessato che conoscere il suo passato non cambia nulla, apprezza la sua genetica perché è forte come una quercia nonostante la sua età, tuttavia, il suo cuore appartiene totalmente alla famiglia che le ha aperto le porte della sua casa, che si è presa cura di lei e amata fin dal primo momento.

Cosa ne pensi di questa storia? Dacci la tua opinione e diffondila con gli altri.

Fonte consultata: Dailymail / upsocl /

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram