DonnaWeb - Il mondo delle donne a portata di click

Luglio 29, 2019

Redazione DonnaWeb

Minaccia invisibile: l'uomo combatte per la vita dopo aver contratto batteri letali in viaggio con la famiglia

Il mondo può essere un luogo spaventoso e imprevedibile. Sfortunatamente, molti di noi lo sanno: le nostre fortune possono trasformarsi in oro e cose che non immagineresti possibili potrebbero realizzarsi prima di quanto tu possa immaginare.

Una famiglia è sotto shock e un uomo lotta per la vita dopo aver contratto i batteri che mangiano carne durante un viaggio in kayak a Second Creek.

Secondo quanto riferito, Ricky Rutherford e sua moglie Cassey, entrambi dell'Alabama, hanno trascorso una giornata in kayak con i loro bambini. Quando Ricky tornò al lavoro dopo il viaggio, tuttavia, la sua temperatura raggiunse i 39 gradi e ebbe crampi alle gambe.

Pubblicità

Ricky credeva che fosse solo il risultato del lavoro in un magazzino durante una giornata molto calda. Ma era qualcosa di più terrificante.

Il giorno dopo, quando tornò a casa dal lavoro, Ricky vide che la sua gamba era rossa e gonfia. La moglie Cassey scrive così in un messaggio su Facebook:

“Quando si spogliò, vide che la sua gamba era rossa e gonfia. Siamo andati immediatamente al pronto soccorso e ci hanno detto che era probabilmente dovuto al nostro viaggio in kayak sabato, lo abbiamo trattato con antibiotici per via endovenosa e siamo tornati a casa. Dissero che se ci fosse qualche cambiamento saremmo dovuti ritornare.

Sfortunatamente, le condizioni di Ricky sono peggiorate ulteriormente. È stato portato di corsa in ospedale la mattina dopo, dove i medici hanno eseguito test che hanno rilevato una varietà di batteri che mangiano carne.

È stato eseguito un intervento chirurgico di emergenza in cui è stato rimosso un pezzo da 10 a 4 cm della gamba e inviato per il test. Lunedì è stato confermato che Ricky aveva contratto la fascite necrotizzante.

"Mio marito sta lottando per la sua vita per questa cosa orribile", ha continuato Cassey. “Quella che sembrava un'attività divertente e normale si è trasformata in un incubo.

Secondo i  Centers for Disease Control and Prevention , si ritiene che la malattia abbia tra i 700 e i 1.200 casi confermati in tutto il mondo dal 2010.

Cassey vuole rendere le persone consapevoli che, contrariamente all'opinione popolare, la vittima non ha bisogno di avere ferite aperte.

Parlando con WAFF,  ha detto: “Non c'era niente. Ma i dottori ci hanno detto che potrebbe essere un buco microscopico ancora diffuso. È difficile credere che mio marito, avendo il sistema immunitario più sano che io conosca, ce l'abbia.

Stiamo inviando tutte le nostre preghiere e pensieri verso Ricky, sperando che possa riprendersi.

Condividi questo articolo su Facebook per fare lo stesso!

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram