Migliori prodotti per il prurito intimo

Il prurito intimo può essere un fastidio transitorio oppure un vero e proprio sintomo che viene percepito come una via di mezzo tra un’irritazione e un formicolio persistente; le parti colpite sono ovviamente le parti intime, ed è un disturbo da non prendere alla leggera poiché potrebbe essere causato da problemi più seri, come patologie di varia origine. Il prurito intimo provoca sicuramente un senso di disagio non indifferente, soprattutto quando si è a contatto con altre persone, ad esempio nell’ambiente lavorativo, o comunque in tutte quelle occasioni che mettono a confronto con altri.

Scegliere i prodotti più efficaci

Curare il prurito intimo oggi è facile poiché i prodotti in commercio dedicati a questo disturbo sono tanti e diversificati; è possibile curarsi attraverso trattamenti sintomatici con l’applicazione di creme e prodotti per uso topico, ad esempio a base di lidocaina che è un anestetico locale o di altri anestetici in crema,  pomate e creme che aiutano a calmare il prurito, come il Vagisil crema; uno tra i migliori prodotti per il prurito intimo; o altri unguenti a base di sostanze emollienti che possono dare un grande sollievo all’irritazione e al prurito, che praticamente tormentano il soggetto malato tutto il giorno

Quali possono essere le cause del prurito intimo?

 Il prurito intimo può essere localizzato nelle parti esterne, ma comunque avere origine all’interno degli organi di riproduzione. Quali possono essere le cause del prurito intimo? In termini medici dobbiamo sottolineare che è un disturbo caratterizzato da eziologia multipla, cioè può essere un disturbo che ha diverse cause; oltre a una componente psicologica. Il prurito intimo è uno dei sintomi principali e più caratteristici di malattie sessualmente trasmissibili, o di infezioni vaginali, tra le quali possiamo elencare le più nota che sono: la candida, la tricomoniasi e la clamidia; queste patologie però possono essere simili anche a disturbi non trasmessi sessualmente, ovvero provocati da altre patologie già presenti nell’organismo come lo stress, il diabete, l’utilizzo di antibiotici, o di estroprogestinici, ovvero i contraccettivi; oppure dovuto anche a una spiccata debolezza del sistema immunitario.

Trattamenti sintomatici

Tutti questi fattori possono determinare la comparsa di un vero e proprio parassita che determina il prurito intimo, in questo caso possiamo parlare di candida originata da cause interne; altre cause del prurito intimo possono essere le alterazioni ormonali o nutrizionali, la menopausa, la gravidanza, il diabete, un’infestazione da ossiuri ovvero vermi; vaginite o vaginosi batterica, sensibilità e allergia a particolari indumenti o a particolari detergenti.

In caso di infezione sono indispensabili gli antibiotici

 Se la causa del prurito invece è di origine infettiva bisogna agire con antimicotici e farmaci antibiotici prescrivibili dal proprio medico di base; fra i prodotti da banco che possono dare un sollievo al prurito intimo affidiamoci a un prodotto la cui efficacia e comprovata; nel frattempo bisogna seguire anche delle semplici e inderogabili norme igieniche, ovvero: detergere le zone intime spesso in modo corretto, utilizzando un sapone a ph fisiologico non troppo aggressivo, evitare l’uso di deodoranti e lavande interne; non indossare biancheria intima o indumenti troppo stretti, preferendo tutti gli indumenti e i capi di abbigliamento in cotone. Utilizzare sempre il preservativo durante i rapporti sessuali, evitare di utilizzare asciugamani e biancheria in comune con altre persone e soprattutto in albergo. Si può combattere questo disturbo anche dall’interno seguendo una dieta sana e a base di fibre, riducendo sensibilmente il consumo di dolci e zuccheri semplici.