Medici devono fare un parto cesareo d’emergenza – Appena vedono il viso del neonato chiedono il codice rosso

La gravidanza può essere un momento molto difficile per la donna.

Oltre a gestire gli aspetti fisici di un bambino nello stomaco, c’è anche la costante preoccupazione che qualcosa vada storto con lo stesso.

Ma per fortuna, va bene nella maggior parte dei casi. Quello che preoccupa è scambiato per il sollievo nello stesso secondo in cui ti è permesso di mantenere il tuo bambino appena nato e in buona salute.

Tuttavia, Jennie Wilklow non ha mai dovuto sperimentare questa opportunità di sollievo, al contrario.

Jennie ha attraversato una gravidanza relativamente normale. Lei e suo marito erano felici di aspettare la bambina e su tutti i controlli avevano le stesse risposte: sembrava stare bene.

Ma la nuvola di preoccupazioni iniziò ad accumularsi quando Jennie fu costretta ad entrare e fare un taglio cesareo d’emergenza, alla 34a settimana. Sebbene l’operazione e il parto riuscissero con successo, presto si scoprì che qualcosa non andava nella figlia di Jennie.

“Quando l’hanno fatta uscire fuori l’ho sentita urlare e hanno detto: è così bella.” Queste sono le parole che ogni madre vuole sentire, così mi sono subito rilassata “,  Jennie .

Instagram / harlequindiva

Ma pochi secondi dopo, l’atmosfera era diversa nella stanza. La faccia della bambina aveva qualcosa di strano.

Parecchie infermiere e dottori furono facilmente presi dal panico quando videro cosa stava succedendo alla figlia appena nata.

“Hanno fatto di tutto per aiutarla, ma la sua pelle è diventata dura come la roccia in pochi secondi. Dopo che la pelle si è solidificata, ha cominciato a staccarsi. Causando ferite aperte in tutto il corpo. Ho potuto vedere le loro facce in preda al panico e ho chiesto se tutto andava bene.

Instagram / harlequindiva

Dopo che il dottore ha assicurato a Jennie di avere le cose sotto controllo, ha ricevuto una medicina sedativa che l’ha fatta addormentare.

Quando si svegliò qualche ora dopo, Jennie fu informata da un dottore. Si è scoperto che la sua neonata figlia soffriva di una condizione chiamata  ittiosi arlecchino .

Guardò suo marito quando si rese conto della gravità di tale situazione.

Instagram / harlequindiva

“Il silenzio di mio marito mi ha spaventata; rimase scioccato solo quando il dottore se ne andò. Continuava a dire “E’ una cosa atroce”.

La malattia definita ittiosi arlecchino è un difetto genetico che fa crescere la pelle circa 14 volte più velocemente del normale. Crea un rossore su tutto il corpo, che colpisce anche gli occhi, la bocca, il naso e le orecchie.

I bambini nati con l’ittiosi Arlecchino di solito muoiono pochi giorni dopo la nascita.

Instagram / harlequindiva

Tuttavia, quelli che sopravvivono possono aspettarsi una vita normale. Ma, sfortunatamente, sono anche soggetti a complicazioni e ritardi nello sviluppo, specialmente quando si tratta di abilità motorie.

“Ho passato i prossimi due giorni a cercare informazioni sulla sua condizione. Mi sono resa conto della scarsa qualità della vita che l’aspettava. Per un attimo ho pensato che sarebbe stato meglio se fosse morta “, dice Jennie.

Instagram / harlequindiva

Ma si è rivelata una madre coraggiosa che ha saputo gestire al meglio tale situazione.

Con l’aiuto dei medici e della sua famiglia, Anna sopravvisse.

Instagram / harlequindiva

Alla fine i genitori la portarono a casa e fecero del loro meglio per prendersi cura di Anna.

Jennie racconta la lotta nei primi giorni:

“Ogni due ore l’ho coperta con gelatina ed altri liquidi come mi avevano consigliato i dottori e l’ho bagnata per diverse ore del giorno. Per molti anni avevo sognato quello che la mia amata figlia avrebbe indossato, e anche se sembrava così banale, era quello per cui ho combattuto di più. ”

Instagram / harlequindiva

Nonostante le difficoltà, Anna ha dato a sua madre una prospettiva completamente nuova sulla vita:

“Ho iniziato a rendermi conto che se ponessi delle restrizioni su ciò che avrebbe potuto ottenere, sarebbe rimasta in sviluppo. Ecco perché ho deciso di tenermi a testa alta. Ho deciso che l’obiettivo era che lei potesse fare ciò che voleva passando una vita normale e che gli obiettivi erano gli stessi per me. ”

Instagram / harlequindiva

Da allora, Jennie ha creato un  profilo Instagram che documenta le vicende di sua figlia durante la sua vita.

“Ora capisco che mia figlia la porto nel mio cuore. Anna è stata pensata per me, e io per lei, e insieme mostreremo al mondo quanto può essere bello stare insieme “.

Instagram / harlequindiva

Cosa ne pensi della storia di Jennie e Anna? Penso che dimostrino che c’è spazio per l’amore, le differenze e il calore in un mondo altrimenti piuttosto freddo!

A volte non si ottiene tutto ciò che si è immaginato o sognato, ma possiamo accettare che tutti sono nati diversamente e che alcune persone non assomigliano a tutti gli altri, quindi abbiamo fatto molta strada.

Che Jennie sia così aperta ed ha avuto il coraggio di raccontarle la storia di Anna, può già significare molto.

Per favore condividi questo con i tuoi amici e la tua famiglia se pensi anche che Anna sia una ragazzina coraggiosa, dovremmo prendere esempio da lei!