DonnaWeb - Il mondo delle donne a portata di click

Gennaio 5, 2021

Redazione DonnaWeb

Mano nella mano con la figlia in terapia intensiva

 Si sono ritrovate in terapia intensiva una con la maschera, l'altra con il casco. Una delle tante dolorose storie legate a questo maledetto Covid.

E' quanto è successo ad una donna di 49 anni, Anabel Sharma, e di sua madre di 76 anni Maria Rico,  entrambe ricoverate per   il Covid-19 in terapia intensiva lo stesso giorno   a pochi letti di distanza l’una dall’altra a metà ottobre  al Leicester Royal Infirmary.

 Due settimane dopo, madre e figlia si sono riunite quando i medici hanno spostato il letto di Anabel accanto a quello di sua madre, in quell'occasione   le fu data la notizia devastante che sua madre aveva solo pochi giorni di vita.

Pubblicità

Maria è morta il 1 novembre, le sue ultime parole sono state pronunciate  attraverso il casco di ossigeno mentre ed usando il medico come tramite. Ecco il racconto della figlia Anabel. “Non riuscivo davvero a sentire quello che stava dicendo perché aveva una maschera e io avevo il mio casco. 

Il dottore doveva riferirmi quello che mi diceva perché ogni volta che ci toglievano i cappucci per parlare, l’ossigeno scendeva molto, quindi dovevamo tenerli accesi. Il dottore si è inginocchiato accanto a me e mi ha detto: tua madre sta morendo, ha firmato un ordine di non rianimarla nel caso in cui le cose dovessero precipitate. Ricordo di averla implorata dicendo “per favore, perché lo fai, perché l’hai firmato?”. Lei non ha risposto. Lo ha fatto il dottore dicendo che era stata valutata da tre persone che avevano avuto il via libera da mia madre ritenuta lucida e capace di intendere e volere”.

Anabel, che ha l’asma, ha trascorso un totale di cinque settimane in terapia intensiva ed ha assistito da sola al funerale di sua madre attraverso uno schermo in il suo letto d’ospedale. Ha subito danni permanenti ai polmoni ed ha ancora bisogno di ossigeno per respirare. E' madre di tre figli ha condiviso la sua storia sulla pagina Facebook di Humans of Covid-19, istituita dal medico londinese Benji Rozen, per sensibilizzare molti alla devastante realtà del coronavirus.  E questa storia la dice lunga su quando sia devastante.

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram