Mamma incinta uccisa mentre dormiva accanto al figlio e al marito

Una donna incinta è stata colpita a morte mentre dormiva insieme al marito e al figlio durante un viaggio nel fine settimana.

Karen Turner, 31 anni, si trovava in una camera di lusso in una località di villeggiatura sudafricana con la sua famiglia quando furono attaccati intorno alle 3 del mattino.

Due uomini armati di coltelli erano entrati nella loro casetta indipendente con vista sulla spiaggia della Riserva Naturale di Hluleka.

Tragicamente, Karen e il bambino che aspettava sono morti a causa di ferite da coltello.

Suo marito Matthew, che è stato pugnalato più volte, è riuscito a combattere coraggiosamente mentre il loro figlio di 23 mesi è sopravvissuto.

Karen e Matthew nel giorno del loro matrimonio (Immagine: Facebook)

L’attacco a questa giovane famiglia che aveva prenotato la riserva naturale per una vacanza per festeggiare il compleanno di Karen sulle scogliere che si affacciano sull’Oceano Indiano getterà un’ombra sulla visita reale dato che pochi giorni prima del fatto il principe Harry volò in Sudafrica con la moglie Meghan e il loro figlio Archie.

Hanno voluto portare il loro bambino in un tour per visitare il “luogo preferito nel mondo” di Harry.

La polizia sudafricana afferma di avere un sospetto che stanno cercando di rintracciare e ha detto che il suo arresto verrà effettuato molto presto e che il secondo uomo verrà quindi rintracciato dopo le accoltellate a Ngqeleni.

Il portavoce della polizia, il capitano Dineo Koena, ha confermato che una donna di 31 anni è stata assassinata nelle prime ore di martedì e suo marito è stato ferito con coltello allo stomaco.

Il fratello maggiore di Karen, Ian Crouch, ha detto a News24 di aver parlato con suo cognato quando è uscito dall’intervento che gli ha salvato la vita dopo essere stato trasportato in aereo all’ospedale di Pietermaritzburg.

Ha detto a News24: “Il ricordo di Matthew è stato che è stato svegliato mentre veniva pugnalato allo stomaco da un ragazzo al suo fianco del letto e c’era un altro tipo che accoltellava mia sorella.

Karen aveva festeggiato il suo compleanno al lodge solo un giorno prima di essere uccisa (Immagine: Facebook)

“Ha detto che è riuscito ad afferrare il bambino e c’è stata una rissa per le scale”, ha detto.

Il signor Crouch si recò alla scena che descrisse come un “bagno di sangue” e disse che la porta del balcone era aperta e le finestre chiuse a chiave perché era una notte calda e non vi era alcun ingresso forzato.

Confermò che sembrava che nulla fosse stato rubato e che i loro cellulari fossero accanto al loro letto.

Crouch, ha anche confermato che sua sorella, che insegnava nella scuola elementare Underberg nella loro città natale nella provincia di KwaZulu-Natal, era incinta di circa tre mesi.

Sia la madre che il nascituro furono uccisi nell’attacco che trasformò la camera da letto, le scale e le scale in un bagno di sangue mentre il coraggioso marito cercava di combattere con i due uomini.

Karen è stata assassinata il giorno dopo aver festeggiato il suo 31° compleanno nel resort di lusso.

Karen e il suo bambino non ancora nato sono morti mentre il marito Matthew e il figlio di 23 mesi sono sopravvissuti (Immagine: Facebook)

La coppia viveva a Underberg dove avevano appena comprato una casa insieme nella fattoria gestita dal marito Matthew. Si erano sposati a luglio 2017 e Hayden è nato quattro mesi dopo il matrimonio.

Gli amici della coppia che erano in vacanza con loro furono svegliati dal suono di una lotta e il bambino Hayden urlò e martellò sulla porta e pugnalò Matthew, coperto di sangue.

Un amico di famiglia del figlio della coppia Hayden è rimasto fortunatamente illeso nell’attacco orribile.

Il signor Turner è stato trasportato in aereo in elicottero verso l’ospedale, ma non è stato possibile fare nulla per salvare sua moglie e il nascituro,

Vuyani Dayimani, CEO di Eastern Cape Parks and Tourism Agency, ha dichiarato: “I due ospiti erano prenotati dal lunedì al giovedì e la polizia è stata chiamata dopo l’incidente.

“Come agenzia che gestisce la riserva, siamo scioccati dal fatto che abbia avuto luogo in una delle nostre riserve costiere di punta, poiché la sicurezza e la protezione dei nostri ospiti è la nostra priorità fondamentale”.