Mamma costretta a staccare la spina del figlio di 13 settimane dopo 20 anni di aborti spontanei

Non può esserci dolore così grande, né disperazione così reale, né un colpo così duro come quello di perdere un bambino.

Quando diventiamo genitori , le nostre priorità nella vita cambiano completamente. Tutto ad un tratto,  il nostro mondo ruota attorno alla giovane anima che abbiamo creato e in quanto mamma o papà faremo qualsiasi cosa per proteggere quell’anima da danni o miseria.

Purtroppo, non è sempre possibile. A volte accadono cose che sono completamente fuori dal nostro controllo; a volte la vita può essere crudele e spietata.

Tammy Ireson è una madre di 39 anni che ha perso il figlio di 13 settimane, desiderando un bambino da oltre 20 anni. Un arresto cardiaco ha lasciato il suo piccolo, Wilber, gravemente danneggiato al cervello, e ora vuole usare le immagini del suo dolore per aiutare altre mamme che hanno perso i loro bambini.

Secondo il Daily Mail , Ireson ha condiviso il momento in cui ha dovuto accompagnare Wilber al suo ultimo addio. A soli 13 settimane, ha subito un arresto cardiaco che ha segnato la fine della sua breve vita. Ireson vuole usare la sua triste storia per aiutare gli altri ad affrontare la stessa tragica situazione.

Per la prima volta dalla nascita di Wilber, sono stata in grado di portarlo a fare una passeggiata“, ha detto Tammy sull’immagine. “Ma mentre mi muovevo lungo il corridoio con Wilber tra le braccia, mi sono resa conto che era il nostro primo e ultimo cammino insieme e sono scoppiata a piangere. Questo è il momento in cui Mark ha catturato l’ultimo momento con mio figlio. ”

La gravidanza

Ireson stava aspettando un bambino da molto, molto tempo. La sua gravidanza con Wilber fu complicata, ma non voleva assolutamente rinunciare.

Dopo la scansione di 20 settimane, quando i medici per la prima volta hanno capito che qualcosa non andava, mi hanno chiesto ripetutamente se volevo interrompere la gravidanza, ma ho detto di no”, ha detto Ireson, come da Daily Mail .

Ireson ha subito un taglio cesareo d’emergenza a 32 settimane dopo lo sviluppo della pre-eclampsia. Wilber aveva difficoltà a respirare senza assistenza e non riusciva a muovere gli arti dopo la nascita. Gli fu diagnosticata la mutazione del gene RYR1 e la sua prognosi era preoccupante.

Non sapevamo se sarebbe riuscito a superare la prima notte ma alla fine ci è riuscito. Le infermiere mi hanno consigliato di non disturbarlo con un contatto fisico eccessivo, ma ho potuto dire che il mio tocco gli ha dato conforto ”, ha detto Ireson.

Con il passare dei giorni, è diventato più forte e come ogni nuova mamma, ho conosciuto mio figlio. Ho cantato, coccolato e amato tanto.

Ireson ha creato una pagina Instagram per aiutare altre famiglie con bambini che affrontano battaglie simili.

Arresto cardiaco

Purtroppo, il piccolo Wilber ha dovuto subire un arresto cardiaco che lo aveva danneggiato al cervello. I medici hanno fatto il possibile per rianimarlo, ma durante il tempo necessario per riportarlo indietro sono state causate lesioni irreparabili.

Alla fine è tornato, ma nel momento in cui ha aperto gli occhi, ho saputo che il mio bambino se ne era totalmente andato“, ha detto Tammy.

“Il suo sguardo era vacuo e non sembrava più riconoscermi. Wilber non rispose più al mio tocco e la connessione tra noi svanì. Ero totalmente devastata. ” 

Dopo due settimane, divenne evidente che non c’era modo di tornare indietro. Tammy Ireson prese la decisione amaramente difficile di togliere suo figlio dal supporto vitale.

Riposa in pace, piccola Wilber. Speriamo che tu sia in un posto felice adesso.

La vita può essere imprevedibile e crudele in molti modi.

Assicurati sempre di amare i tuoi cari e di dire loro che li ami ogni giorno. Condividi questo articolo per diffondere questo messaggio.