Madre sente le urla di suo figlio disperato – Appena controlla, quasi sviene da ciò che vede – Il peggior incubo della sua vita

Una madre ha condiviso il suo peggior incubo dopo che suo figlio è caduto ed inspiegabilmente una matita gli si è infilata in bocca.

Mamma Bri Skrypinski ha detto di aver sentito un ‘urlo assordante’ da suo figlio Thomas durante una riunione di famiglia nella sua casa sulla costa settentrionale del Nord in Australia.

Si precipitò in suo aiuto e trovò una matita che gli trafisse il palato.

In una frenetica chiamata di emergenza rilasciata martedì, si può sentire la disperata Bri che descrive la tragica situazione ai paramedici.

Il piccolo Thomas si era fratturato l’occhio quando era caduto su una matita e gli era stata posata in faccia(Immagine: QAS Media)

Ha detto: “È caduto, aveva una matita in bocca, è salito dritto nel suo palato,

“Non la possiamo estrarre [la matita], è potrebbe farsi seriamente male.

“Sta sanguinando dappertutto. Cosa possiamo fare, non possiamo fermare l’emorragia.”

Thomas, di quattro mesi, ha sofferto un dolore che pochi possono comprendere.

Il bambino è stato inviato in ospedale dove i chirurghi hanno trascorso ore per rimuovere l’oggetto (Immagine: QAS Media)
La matita era salita nel palato del piccolo e gli stava arrivando in testa (Immagine: QAS Media)

Continuò a descrivere le condizioni di Thomas e disse: “È completamente sveglio ma c’è sangue che gli esce dal naso.

“Sta iniziando a diventare viola in faccia.”

Il piccolo Thomas è stato portato di corsa all’ospedale dove i chirurghi hanno trascorso più di due ore per rimuovere la matita dalla sua testa, secondo 7News .

A Bri fu detto che suo figlio avrebbe potuto essere accecato poiché la matita aveva perso il suo nervo ottico di pochi millimetri.

Tuttavia si era fratturato la cavità oculare e Thomas fu ricoverato in ospedale per cinque giorni.

Thomas, che ora ha tre anni, sta guarendo  (Immagine: QAS Media)
Mamma Bri ha detto che è stato il peggior incubo della sua vita (Immagine: Facebook)

Parlando dell’incidente bizzarro avvenuto quasi tre anni fa, Bri ha detto a 7News: “Lo shock è stata la nostra reazione iniziale, ma poi si inizia a riprendere in mano la situazione e si passa direttamente al telefono per chiamare i soccorsi.

“È il peggior incubo che non auguro a nessun genitore.”

Thomas, che ora ha tre anni, si è ripreso dall’infortunio e indossa gli occhiali per alleviare i danni muscolari intorno agli occhi.