Madre pubblica foto strazianti della figlia per mostrare l’atroce realtà del cancro infantile

La famiglia di una bambina a cui è stato diagnosticato un cancro a soli 14 mesi ha pubblicato una foto del suo trattamento per mostrare gli effetti devastanti del cancro infantile.

È stato scoperto che Sophia Soto aveva il neuroblastoma di stadio 4 poco dopo il suo primo compleanno quando i tumori sono stati scoperti dietro gli occhi e sul rene.

Iniziò un incessante periodo di sei mesi di trattamento, durante il quale la coraggiosa Sophia subì 60 cicli di chemioterapia, 20 esecuzioni di radiazioni e un trapianto di cellule staminali.

Sophia ha combattuto e ora è in remissione da cinque anni, adesso è irriconoscibile se viene paragonata alle immagini strazianti di marzo 2014.

Sua mamma, Rosie, dice che nessuno poteva immaginare cosa la sua figlia di sei anni, abbia passato, ma fortunatamente adesso ha una vita splendida davanti!

Sophia, che ora ha sei anni, è senza farmaci da due anni (Image: Caters News Agency)

Strazianti foto

“L’immagine di Sophia sconvolta fa davvero da sfondo alla realtà del cancro infantile”.

“Ora che guardo queste foto mi chiedo come ho fatto a sopportare tutto ciò, è stato così difficile guardare la mia bambina così ammalata.”

Rosie, della Florida, si è preoccupata per la sua giovane figlia dopo aver notato che stava sviluppando lividi intorno agli occhi, che sostiene che i medici hanno preso sotto gamba la situazione pensando ad un semplice urto da caduta.

La mamma seguì il suo istinto e continuò a cercare una risposta, portando Sophia da un oculista che “sapeva subito” che il livido era causato dai tumori.

Il trattamento implacabile è durato sei mesi (Immagine: Caters News Agency)

Rosie ha continuato: “Sophia continuava a sentirsi lividi sui suoi occhi e non mi ricordavo che cadesse o altro, quindi non capivo da dove provenissero.

“Ho continuato a portarla dai dottori perché il livido non stava andando via, ma hanno appena detto che deve essere stato causato da un urto o qualcosa del genere.

“Sophia non è stata sottoposta a scansione o biopsia fino a quando non sono andata da un oculista.

“È stata inviata per una risonanza magnetica in cui sono comparse macchie nere sulle scansioni a conferma dei tumori dietro gli occhi.

“Fu allora che la biopsia trovò i tumori su uno dei suoi reni e che portò alla sua diagnosi di neuroblastoma in stadio 4”.

La mamma di Sophia dice che le sono rimaste delle cicatrici sul suo corpo (Immagine: Caters News Agency)

Dopo sei mesi di trattamenti estenuanti, Sophia è in remissione da novembre 2014 e non prende più farmaci da due anni.

I tumori rimangono dietro gli occhi di Sophia, che non possono essere rimossi a causa della loro posizione, ma i medici ritengono di essere benigni e di non causare danni.

I medici sono riluttanti nel rimuovere i tumori che Sophia attualmente ha dietro gli occhi poiché hanno detto che sarebbe probabile che l’intervento chirurgico le sfigurasse il viso”, ha detto Rosie.

Va ancora da uno specialista ogni sei mesi per un controllo (Immagine: Caters News Agency)

Un messaggio per i genitori

“Se dovessi dire qualcosa agli altri genitori con bambini che combattono il cancro, direi loro di non arrendersi, rimanere positivi e mantenere la propria fede.

“È davvero importante non confrontare il processo di tuo figlio con nessun altro poiché tutti combattono le malattie in modo diverso poiché ogni situazione è diversa.