Madre di due figli perde un dito e rischia di morire dopo essere stata graffiata da un gatto randagio a causa di un’infezione fatale

Sei mai stato in strada e hai accarezzato un gatto o un cane? Certo che l’hai fatto; è qualcosa che praticamente tutti noi abbiamo fatto in un punto o nell’altro della nostra vita.

Il più delle volte, se un gatto si avvicina a me, passo le dita sulla sua pelliccia e senti una bella sensazione oltre a rendere felice il piccolo animale! Non ho mai veramente considerato i pericoli associati, ad essere onesta; mai veramente pensato a cosa potrebbe accadere se detto gatto non fosse amichevole.

Questo approccio cambierà sicuramente dopo aver ascoltato la storia di Moira Brady. La 45enne è stata graffiata da un gatto randagio quando ha tentato di interrompere un combattimento tra gatti che si svolgeva nel suo giardino.

Ha finito per perdere un dito e quasi morire per un gesto così pacifico.

Moira Brady non pensava molto al graffio che le era stato inflitto. Certo, aveva la pelle graffiata, ma tutto sommato non sembrava nulla di cui preoccuparsi.

Fino a quando una delle sue dita ha iniziato a diventare blu e la sua mano ha iniziato a gonfiarsi alcuni giorni dopo.

Circa una settimana dopo l’incidente, Brady decise di contattare un medico. Dopo aver eseguito i test, le hanno detto che era stata infettata dallo Staphylococcus aureus resistente alla meticillina (MRSA).

EMedicineHealth descrive l’MRSA come resistente agli antibiotici. Tanto che, in effetti, alcuni lo chiamano “letali”.

In un’intervista con Evening Times , una mamma di due Brady ha detto: “Mi hanno chiesto se ero stato vicina agli animali”.

Per arrestare la diffusione dell’infezione, è stato necessario amputare un dito della mano sinistra di Brady. Ha anche trascorso un mese in ospedale a Glasgow, in Scozia, mentre ha subito due innesti di pelle e una trasfusione di sangue.

“L’infezione è passata attraverso il mio corpo”, ha detto Brady. “Il chirurgo è rimasto cinque ore e mezza dopo il suo turno per salvarmi la vita e ho dovuto fare una trasfusione di sangue”.

Problemi per il futuro

Sebbene il pericolo immediato possa essere passato, l’infortunio ha lasciato Brady in difficoltà per tornare alla vita normale. Non solo, ma deve ancora affrontare la prospettiva di ulteriori interventi chirurgici in futuro.

Anche così, Brady si considera fortunata ad essere viva. “I dottori hanno dovuto togliermi metà del dito e poi togliermi il resto. Dissero che avrei potuto morire o perdere l’intera mano. “

Davvero spaventoso! Stiamo inviando preghiere nella direzione di Moira Brady mentre le auguriamo una pronta guarigione.

Aiutateci a avvisare le persone di un pericolo che potrebbero non sapere nemmeno, condividendo questo articolo su Facebook.