Madre di 26 anni muore per un tipo di cancro raro e lascia il figlio di 6 anni

All’inizio di quest’anno, Naomi Knighton ha dovuto dire a suo figlio di sei anni, J’varn, notizie strazianti. Stava morendo.

Il ventiseienne di Alvaston, in Inghilterra, che stava andando all’università per diventare infermiera, aveva un raro tipo cancro, la  leucemia mieloide cronica . Le è stata diagnosticata quando era ancora adolescente, ma solo recentemente ha iniziato a dimostrare i sintomi difficili da trattare.

L’11 aprile, Knighton è morte, lasciandosi alle spalle il suo giovane figlio.

Secondo DerbyshireLive , Knighton ha ricevuto due trapianti di midollo osseo, chemioterapia e steroidi per combattere la malattia. Cinque mesi dopo il suo ultimo trapianto, il cancro è tornato . E questa volta i medici le hanno detto “è molto aggressivo e resistente a tutti i trattamenti effettuati precedentemente”.

La sua famiglia ha iniziato a prepararsi per la fine. Hanno creato una pagina GoFundMe per raccogliere fondi per i costi funerari e superato il loro obiettivo. Tyson Fury, un pugile professionista ha donato un guanto in modo che potesse essere messo all’asta e che i fondi fossero destinati a un funerale.

Oltre a donare un guanto firmato, Tyson Fury, insieme a Tim Westwood, un DJ inglese, e Big Narstie hanno registrato messaggi di supporto per la giovane madre.


Anche se ha ricevuto così tanto amore, supporto e cura durante i suoi ultimi mesi, non ha potuto impedire al cancro di impossessarsi del suo corpo.

“Ha davvero combattuto fino in fondo”, ha detto Kirsty, sua sorella maggiore, a DerbyshireLive. “Per tutto il tempo è rimasta così forte e determinata. Ha appena avuto a che fare con quella cosa che purtroppo non l’ha più lasciata, fino alla fine. “

“Le ho detto che va tutto bene, che mio padre la starà aspettando, perché è morto alcuni anni fa”, ha detto Kirsty. “E le ho detto che ci saremmo presi cura di suo figlio.”

Finora J’varn ha affrontato “molto bene”, e sua zia attribuisce la decisione della famiglia di tenerlo nella sua famiglia.

“È stato aiutato e siamo stati onesti e trasparenti con lui da sempre”, ha detto. “Si è abituato al fatto che sua madre era in ospedale, quindi non è stata una grande, improvvisa perdita – si è accumulata nel tempo. Non sono sicura di come spiegarlo, ma sembra che stia bene. Il tempo lo dirà.”

Mentre J’varn ha ancora il resto della sua famiglia a badare a lui, non ha una delle persone più importanti di cui tutti hanno bisogno, sua madre.

Per favore condividi questa storia straziante e invia i tuoi migliori auguri a questo ragazzino e alla sua famiglia in lutto.