Madre condivide un triste avvertimento dopo che la figlia ha seriamente rischiato di morire per aver bevuto troppo latte

I bambini e il latte vanno insieme come piselli e carote. Ad un certo punto quasi ogni bambino beve almeno una bottiglia di latte.

Ma sapevi che troppo latte può effettivamente danneggiare la salute di un bambino?

Anastacia Gencarelli lo ha scoperto nel modo più straziante quando sua figlia Mia, quasi due anni, si ammalò gravemente consumando troppo latte di mucca. E ora sta avvertendo gli altri genitori dei pericoli nel permettere ai bambini di bere troppo latte.

Secondo Anastacia, tutto iniziò quando Mia cominciò a tirarsi le orecchie. Sospettando un’infezione, Anastacia portò Mia dal suo pediatra dove ricevette una settimana di antibiotici.

Dopo il corso di antibiotici, Mia sembrava essere guarita, ma dopo quasi una settimana di pausa dalla medicina, la salute della piccola prese una svolta inaspettata. Anastacia riportò sua figlia dal dottore di nuovo, ma questa volta non migliorò.

A questo punto, Mia divenne letargica ma non solo, ha iniziato a mangiare salviette per pannolini e gesso, un segno di picacismo , un disturbo alimentare che comporta il consumo di articoli non commestibili.

Mia era molto, molto malata e ha continuato a peggiorare.

Era molto triste, mia figlia stava diventando sempre più bianca in viso“, ha detto a CafeMom .

Con Mia che non mostra segni di miglioramento, Anastacia e suo marito hanno deciso di portare la figlia al pronto soccorso. Lì furono rapidamente portati dove i medici monitoravano i suoi organi vitali e tentavano di prelevare il suo sangue.

Cominciano a cercare di prendere il sangue senza successo , ci sono voluti 7 tentativi solo per farle uscire il sangue. Ed altri 4 prima che facessero la scelta di inserire la flebo nella sua arteria femorale ”, ha scritto su Facebook .

Quando sono arrivati gli esami del sangue, i medici hanno avuto una risposta.

Una volta arrivati i risultati degli esami del sangue di Mia, i medici informarono i suoi genitori di cosa stava rendendo la loro figlia così malata: l’ anemia da latte .

L’anemia da latte è il risultato del consumo eccessivo di latte, sebbene possa verificarsi con qualsiasi latte non arricchito con ferro .

Nel caso di Mia, nonostante nessun sanguinamento esterno, ha perso tre quarti del sangue del suo corpo. Di conseguenza aveva bisogno di una trasfusione di sangue insieme a diversi test e scansioni.

La mia povera bambina di due anni non solo ha dovuto fare i conti con oltre 15 prelievi di sangue e IV, ma la scorsa notte ha subito una trasfusione di sangue e ha dovuto subire ultrasuoni, raggi X e altro ancora – nonostante ciò non si è ancora ripresa del tutto. Per quanto riguarda il futuro, non le sarà permesso di bere più di 2 bottiglie piccole di latte al giorno … HO RISCHIATO DI PERDERLA

Anastacia, la madre di Mia

La trasfusione di sangue ha risolto il problema dell’emoglobina. Il ferro aiuta l’emoglobina e l’anemia “, ha detto Anastacia. “Ma a causa della posizione della sua flebo, ha sviluppato un coagulo di sangue nella gamba in cui si trovava la flebo, quindi ora sta anche assumendo anti-coagulanti per evitare che ciò la danneggi.”

Anastacia ora vuole mettere in guardia altri genitori.

Quindi, per favore, fai tesoro di quanto successo per evitare che succeda anche ad altri genitori, non auguro a nessuno essere presi dallo spavento, dal terrore di guardare tuo figlio quasi in fin di vita Diffondi la notizia che l’anemia da latte è una cosa da non sottovalutare”, ha scritto su Facebook.

Hai mai sentito parlare di anemia da latte? Condividi questo articolo su Facebook per aiutarti a spargere la voce!