L’uomo si risveglia dal coma dopo la visita del figlio nato mentre era incosciente

James Spence, 25 anni, ha sofferto di emorragia al cervello e danni a seguito di un devastante incidente stradale a luglio. La sua compagna, Charlene Pope, 29 anni, era incinta di 38 settimane del loro figlio Carter, e lo ha dato alla luce poco dopo l’incidente mentre era ancora in coma. Ha portato Carter a vedere James in ospedale e si è ripreso. La moglie ha dichiarato: “Ero preoccupata che il nostro bambino non avrebbe incontrato suo padre. Ma penso che il fatto di averlo visitato lo abbia aiutato a riprendersi. James si è svegliato dal suo coma subito dopo essere stato visitato in ospedale da suo figlio”.

(Foto: SWNS)

“Ero un pò preoccupata che anche loro avrebbero perso il legame, ma il legame che hanno entrambi è davvero speciale. Dovresti vedere il modo in cui James guarda Carter. “È un miracolo ambulante. È un lieto fine come adesso è a casa e ci stiamo godendo la nostra piccola famiglia insieme.”

Il motociclista James è stato in coma indotto al Southmead Hospital il 29 luglio dopo l’incidente. Ha sofferto danni al cervello del lobo frontale, un cranio fratturato, due emorragie al cervello. Charlene, che è anche mamma di Jaya, otto anni, ha trascorso 10 ore al giorno con James nell’unità di terapia intensiva durante le ore di visita. Carter è nato nello stesso ospedale in cui James veniva curato

(Immagine: SWNS)

Andò persino a vedere James dopo che il suo travaglio fu indotto il 7 agosto, una settimana prima della sua scadenza, nello stesso ospedale. Ha detto: ‘Ogni volta che ho avuto la possibilità sono andata a vederlo – anche dopo che le mie acque si erano rotte. Non mi hanno mai detto quanto fosse critico fino a dopo, a causa di quanto ero incinta. Continuavano a dirmi che era stabile. “Ma è stato duro per tutti noi. Sono lì dalle 10 alle 20, proprio durante le ore di visita. Mia figlia ha passato molto tempo con mia mamma. ” Charlene ha dato alla luce il piccolo Carter alle 2 del mattino dell’8 agosto, senza James al suo fianco, ma ha portato il suo figlio appena nato a incontrare suo padre alle 15:00 dello stesso pomeriggio. Charlene crede che James sia stato aiutato nella sua guarigione dalla visita di Carter.

continua a pagina 2