L’uomo prende una brutta malattia dal suo gatto per una diagnosi errata del veterinario

Per la maggior parte di noi, c’è ben poco che non faremmo per i nostri animali domestici .

Li vediamo come parte della nostra famiglia , e quindi quando sono malati o doloranti facciamo di tutto per confortarli. Per un uomo del Missouri, tuttavia, la sua affinità per il suo gatto domestico gli è quasi costata cara.

Il 68enne non identificato è riuscito a catturare una malattia dal suo felino che è così rara che le sue condizioni sono presumibilmente documentate in un diario medico …

Secondo i rapporti, l’uomo ha iniziato a notare rigonfiamenti simili a bolle che apparivano sul lato destro del collo. Ha sofferto per due mesi prima di andare dal medico, dopo aver sviluppato la febbre che lo ha costretto a cercare un aiuto urgente.

Una malattia indecifrabile

Per un certo periodo i dottori furono sconcertati; i tre grandi rigonfiamenti richiedevano test significativi e anche allora la loro causa non era identificata. Fu solo dopo aver menzionato il fatto che il suo gatto era morto due giorni prima che i medici furono in grado di affinare le loro ricerche.

Credito: Pixabay (Il gatto nella foto non ha alcun legame con la storia)

Gli esami del sangue hanno quindi rivelato che soffriva di tularemia ghiandolare, una malattia causata da un tipo di batteri che può portare a polmonite a volte fatale.

È emerso che i grumi erano in realtà i suoi linfonodi, gonfi a causa dei batteri.

Da quando al suo gatto era stata diagnosticata la leucemia poco prima della sua morte, non si era preoccupato di trattarla quotidianamente con prednisolone. Tuttavia, l’autore dello studio medico ritiene che il suo gatto sia effettivamente morto a causa della malattia che ha trasmesso. Il veterinario lo aveva diagnosticato erroneamente a causa del non aver fatto abbastanza test.

La malattia

Si ipotizza che il gatto abbia preso la malattia a seguito del consumo di prede infette o del consumo di acqua contaminata.

Secondo  il Dipartimento della sanità pubblica dell’Illinois, negli  Stati Uniti ci sono solo circa 100-200 casi all’anno.

Il rapporto afferma :  “ I gatti domestici possono essere infettati attraverso il consumo di prede infette e possono trasmettere i batteri all’uomo.

Fortunatamente, l’uomo coinvolto è stato in grado di effettuare una completa guarigione nel corso di tre settimane. Certo, è ancora spaventoso sapere che il tuo amato animale domestico può trasmetterti una malattia potenzialmente letale con quasi nessuno che ne sia a conoscenza.

Non voglio immaginare come sarebbe perdere il mio animale domestico a causa di una malattia misteriosa, figuriamoci quella malattia possa uccidere anche me!

Insieme, possiamo sensibilizzare tutti sul problema. Condividi questo articolo per farlo sapere ai tuoi amici e familiari.